rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Attualità

Actv, cambio orari dal 2 novembre. Corse gratuite per il ponte di Ognissanti. Sciopero di 3 ore il 15

L'azienda ha istituito la "DE" per il cimitero di San Michele per sgravare le linee ordinarie: tutto consultabile sul sito Avm Actv spa. Code e disagi continuano: è consistente la presenza di turisti in città. Astensione indetta da Filt Cgil, Ugl Aft, Usb e Sgb

È il fine settimana del ponte di Ognissanti e della Commemorazione dei defunti. Actv ha previsto un potenziamento del servizio di navigazione per il cimitero di San Michele (per raggiungere il quale quest'anno non è previsto il ponte votivo) con la corsa gratuita "DE" oltre ai servizi ordinari, da sabato 30 ottobre a martedì 2 novembre (orari e fermate a Piazzale Roma, Ferrovia, Fondamente Nuove, Lido sono sulle news del sito actv.avmspa.it).

Per la terraferma, l'agenzia delle entrate ha concesso l'uso del parcheggio sull'area cimiteriale di Marghera dal 30 ottobre al 5 novembre, periodo che si prevede di grande afflusso per le persone che si recheranno a commemorare i propri cari. Dal 2 novembre inoltre entrano in vigore gli orari invernali del trasporto pubblico locale Actv: quasi tutto invariato mentre ci sono leggere riduzioni sulla 6 e la 3, mentre la 7 è sospesa (le tabelle orarie delle linee modificate sono scaricabili e consultabili sul sito actv.avmspa.it). Le code verso Murano non comportano, secondo l'azienda, tempi lunghi d'attesa per gli utenti perché all'arrivo della corsa le persone vengo tutte caricate a bordo. Non sono di questo avviso i sindacati e il consigliere di opposizione Giovanni Andrea Martini (Tutta la città insieme!) che ha segnalato code e disagi sui vaporetti per il cimitero già nei giorni precedenti, con tensioni e arrabbiature anche perchè la presenza turistica è nutrita in città.

Disagi possono infine sorgere il 15 novembre, poiché le sigle sindacali Filt Cgil, Ugl Aft, Usb e Sgb hanno organizzato uno sciopero del trasporto pubblico locale di 3 ore (dalle 12 alle 15) che, essendo inferiore a 4 ore, non prevede la garanzia del servizi essenziali nella navigazione. La procedura di raffreddamento con richiesta d'incontro in prefettura che i sindacati avevano chiesto 10 giorni fa non è andata a buon fine. Per questo è stato deciso lo sciopero. «Stiamo organizzando una manifestazione - anticipano Valter Novembrini (Filt Cgil) e Fabio Carchich (Sgb) - probabilmente a Venezia e durante la quale chiameremo a raccolta tutta la città a difesa dei servizi pubblici di trasporto, andando oltre la vertenza dell'integrativo. I disagi sono continui, evidenti, inutile negarli, sia per gli utenti che per i lavoratori».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Actv, cambio orari dal 2 novembre. Corse gratuite per il ponte di Ognissanti. Sciopero di 3 ore il 15

VeneziaToday è in caricamento