rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022

L'addestramento degli operatori USAR per la ricerca e il salvataggio delle persone | VIDEO

Lo scenario dell'addestramento, avvenuto il 5 novembre, comprendeva il crollo di una residenza per anziani e il salvataggio di dieci persone mancanti all'appello tra i quali alcuni probabilmente affetti da Covid-19.

Il crollo di una residenza per anziani con dieci persone mancanti all'appello, tra le quali alcune probabilmente affette da Covid-19: questo lo scenario di simulazione d'intervento che ha impegnato per l'intera giornata di ieri trenta operatori USAR (Urban Search And Rescue) dei vigili del fuoco del Veneto, con i cinofili e personale sanitario di Ulss 3, presso il campo macerie di Mestre.

L'attività USAR consiste nella ricerca e salvataggio di persone disperse in ambiente urbano. Si tratta solitamente di operazioni di soccorso, che intervengono in occasione di eventi sismici o crolli di edifici e strutture per il recupero e soccorso di persone sepolte da macerie.

Nell'addestramento sono state applicate le nuove linee guide operative in tempo di Covid: il personale operativo dotati di tutti i dispositivi di protezione tra cui le mascherine fp3 a protezione delle vie aeree, dopo aver creato dei varchi nelle macerie, tagliando delle opere in cemento e ferro, hanno raggiunto le persone ferite e le vittime portandole fuori. I soccorritori nel salvataggio di un ferito rinvenuto all'interno di un vano ascensore, hanno appreso dallo stesso della positività al Covid. L'uomo è stato portato fuori nell’apposita tenda Covid, predisposta per i contaminati in zona arancione, dove è stato preso in cura dal personale sanitario. Gli operatori, entrati in contatto con la persona ferita, dopo essere stati decontaminati sono stati isolati e sottoposti a tampone come da nuove linee guida.

Video popolari

L'addestramento degli operatori USAR per la ricerca e il salvataggio delle persone | VIDEO

VeneziaToday è in caricamento