Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità San Marco / Piazza San Marco

Alice a passeggio con il suo esoscheletro in piazza San Marco

La ragazza ha una disabilità alle gambe dalla nascita e stamattina è arrivata a Venezia per sensibilizzare sull'importanza della ricerca scientifica. Venturini: «Grazie per il tuo messaggio e per il tuo esempio»

La diciannovenne Alice Leccioli ha intrapreso stamattina, in piazza San Marco, una passeggiata simbolica con il suo esoscheletro "Esko" per sensibilizzare sull'importanza della ricerca medica. La ragazza, a causa di un distacco di placenta al momento della nascita, ha riportato una diparesi spastica che non le permette di muovere le gambe. Ad accoglierla a Venezia, in rappresentanza dell'amministrazione, c'era l'assessore alla Coesione sociale Simone Venturini.

Nel 2015 Alice è stata protagonista dello show "Tutto Esaurito" su Radio 105, durante il quale il conduttore Marco Galli ha lanciato un appello per metterle a disposizione un mezzo idoneo al suo trasporto, dopo che lei stessa aveva subito un intervento di chirurgia funzionale alle gambe ed i piedi. L'appello è stato raccolto da alcune aziende e rivenditori di auto e Alice è potuta tornare a viaggiare. Qualche tempo dopo la sua storia è stata raccontata dalla trasmissione "Le Iene". Grazie a questa visibilità una benefattrice, colpita dalla sua storia, ha donato ad Alice e alla sua famiglia l'"Esko" che usa per cammiare e che ha portato anche a Venezia. 

«Con emozione, Alice, ti do il mio benvenuto a nome di tutta la città - ha dichiarato l'assessore Venturini - e ti ringrazio per aver scelto Venezia per lanciare il tuo messaggio di sensibilizzazione. La tua testimonianza, il tuo impegno e la tua forza di volontà sono un esempio per tutti. Siamo orgogliosi di sapere che oggi qui, in piazza San Marco, grazie alla tua forza e con il supporto della ricerca, sei riuscita a realizzare il sogno di fare una passeggiata in uno dei luoghi più belli al mondo. Grazie veramente di cuore, ti aspettiamo ancora a Venezia».

Dopo aver vissuto i primissimi anni di vita in provincia di Udine, oggi con mamma Anna e papà Mirco, Alice risiede in provincia di Ferrara. A livello medico è seguita dal dottor Franco Molteni, esperto in neuroriabilitazione e direttore unità operativa complessa recupero e riabilitazione funzionale di Villa Beretta, struttura in provincia di Lecco. Dopo la donazione dell'"Esko" (dalla ragazza soprannominato "Felicità"), per l'uso della struttura riabilitativa è affiancata da Claudio Ceresi, responsabile dell'azienda produttrice. Da quando ha iniziato ad utilizzare l'esoscheletro è passata da 200 a quasi 3mila passi al giorno. In questi anni si è resa protagonista di una serie di iniziative volte a sensibilizzare e a dare informazioni per chi, come lei, affronta il quotidiano con delle difficoltà che, grazie alla ricerca e alle nuove tecnologie, possono essere alleviate. E sogna un futuro in cui «magari potranno essere introdotti esoscheletri ad uso domestico».
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alice a passeggio con il suo esoscheletro in piazza San Marco

VeneziaToday è in caricamento