Al Salone nautico c'è Hepic, barca a idrogeno per trasporto passeggeri

È l'imbarcazione ecosostenibile di Alilaguna. Che però, al momento, non può ancora navigare a causa di un vuoto normativo

Hepic, esposta in questi giorni al Salone nautico, si presenta come «la prima imbarcazione a idrogeno per il trasporto passeggeri nella laguna di Venezia». Il battello è stato realizzato in 24 mesi grazie a un investimento privato iniziale di Alilaguna e Cantieri Vizianello di circa 1,5 milioni di euro, cofinanziato al 55% da Regione del Veneto e ministero per l’Ambiente. Un progetto innovativo: la barca, infatti, naviga completamente ad energia elettrica e quindi è a emissioni zero e silenziosa. Lunga 16 metri e larga 3,2, può ospitare 24 passeggeri.

Navigazione ecosostenibile

La barca, però, non può ancora navigare a causa di ostacoli di tipo normativo. Spiega il presidente di Alilaguna, Fabio Sacco: «Hepic è una novità in ambito marittimo e sussiste un gap normativo nazionale per le imbarcazioni alimentate a Fuel Cell che trasportano idrogeno a bordo. All’estero, invece, le normative si stanno adeguando o si sono già adeguate. La normativa vigente regolata dalla Capitaneria di porto impone la presenza a bordo dell’imbarcazione di un motore endotermico. Per questo motivo sono in corso le sperimentazioni necessarie per ottenere l’approvazione alla navigazione da parte del RINA (Registro Italiano Navale)». Già nel 2010 Alilaguna aveva varato Energia, un battello cui è stato inserito a bordo un motore elettrico che viene azionato tramite l’energia accumulata nelle batterie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marea record, Venezia completamente sott'acqua

  • Il disastro dell'acqua alta: incendi e barche affondate, rive e edifici danneggiati

  • Ristoratore arrestato: spacciava droga

  • Ciclista travolto e ucciso da un'auto

  • Come "l'acqua granda" del 1966. Due morti a Pellestrina

  • Auto in fosso: morto un 38enne, una donna estratta viva

Torna su
VeneziaToday è in caricamento