Al Salone nautico c'è Hepic, barca a idrogeno per trasporto passeggeri

È l'imbarcazione ecosostenibile di Alilaguna. Che però, al momento, non può ancora navigare a causa di un vuoto normativo

Hepic, esposta in questi giorni al Salone nautico, si presenta come «la prima imbarcazione a idrogeno per il trasporto passeggeri nella laguna di Venezia». Il battello è stato realizzato in 24 mesi grazie a un investimento privato iniziale di Alilaguna e Cantieri Vizianello di circa 1,5 milioni di euro, cofinanziato al 55% da Regione del Veneto e ministero per l’Ambiente. Un progetto innovativo: la barca, infatti, naviga completamente ad energia elettrica e quindi è a emissioni zero e silenziosa. Lunga 16 metri e larga 3,2, può ospitare 24 passeggeri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Navigazione ecosostenibile

La barca, però, non può ancora navigare a causa di ostacoli di tipo normativo. Spiega il presidente di Alilaguna, Fabio Sacco: «Hepic è una novità in ambito marittimo e sussiste un gap normativo nazionale per le imbarcazioni alimentate a Fuel Cell che trasportano idrogeno a bordo. All’estero, invece, le normative si stanno adeguando o si sono già adeguate. La normativa vigente regolata dalla Capitaneria di porto impone la presenza a bordo dell’imbarcazione di un motore endotermico. Per questo motivo sono in corso le sperimentazioni necessarie per ottenere l’approvazione alla navigazione da parte del RINA (Registro Italiano Navale)». Già nel 2010 Alilaguna aveva varato Energia, un battello cui è stato inserito a bordo un motore elettrico che viene azionato tramite l’energia accumulata nelle batterie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ragazzo di 25 anni si è sparato e ucciso in una palestra di Marghera

  • L'auto finisce fuori strada: morto 22enne di Noventa di Piave, due feriti gravi

  • "Duri i banchi": origine e significato di questo modo di dire tutto veneziano

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Il Mose evita l'acqua alta a Venezia. Venerdì previsti altri 130 centimetri

  • Nicolò, «atleta e professionista in campo e nella vita». Il ricordo degli amici

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento