menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un rendering

Un rendering

Approvato l'accordo per la piscina al Lido, sarà lunga 50 metri

Via libera all'intesa sull’area “La Fontaine” tra il Comune che la concede ad Alberoni Srl. Un milione e 635 mila euro il valore dell'operazione

Via libera alla delibera sull’area “La Fontaine” al Lido di Venezia, che ora verrà trasmessa alle commissioni e al Consiglio comunale per il voto conclusivo. Si tratta della proposta di accordo tra il Comune e la Alberoni Srl per la cessione alla società di una porzione di terreno per la realizzazione di una piscina scoperta convenzionata, lunga 50 metri e omologata per competizioni agonistiche di livello nazionale

La struttura

Nell’ottica di riqualificare l’isolato alla Società andrebbero anche le fasce di terreno laterali rispetto all’area che sono attualmente occupate da un fabbricato destinato alla bocciofila e da strutture destinate a sede di Pronto Intervento e a magazzino di materiale per la manutenzione delle strade. «A fronte di questo la Alberoni srl - dice la presidente della commissione urbanistica Lorenza Lavini - si impegnerà ad ampliare le aree ricreative con la realizzazione di un’ulteriore piscina, a riposizionare la bocciofila in altro contesto sportivo di sua proprietà occupandosi, nel contempo, di effettuare le opere di bonifica sul terreno già di proprietà comunale». Il ricavo dell'operazione è pari a 1.634.944,73 euro.

Planimetri piscina al Lido-2

L'accesso e l'utilizzo

«Grazie a questo accordo – commentano gli assessori all’Urbanistica, Massimiliano De Martin, e alla gestione del Patrimonio, Renato Boraso – riusciremo a dare compimento a un ulteriore progetto che da anni non riesce a trovare il suo sbocco e soprattutto a realizzare a Venezia la prima piscina in grado di ospitare eventi su distanze olimpiche. «Si realizza un impianto importante per il Lido - commentano il prosindaco del Lido Paolo Romor e l'assessore Michele Zuin - perché funzionale e coerente con la vocazione dell'isola che vuole rivendicare un proprio ruolo anche nel mondo dello sport e in particolare del nuoto. Due aspetti fanno parte dell'accordo. Il primo riguarda  la possibilità per il Comune di poter usufruire per 15 giorni all'anno, in comodato gratuito, della struttura per realizzare iniziative sportive e turistiche volte alla promozione e allo sviluppo del Lido. La seconda invece è rivolta a tutti i cittadini del Comune di Venezia ai quali sarà concesso l'accesso continuativo alle piscine a prezzi agevolati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento