menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo spirito di Nicola torna a vivere grazie ad una onlus voluta dai genitori. Tema: l'ambiente

Il giovane architetto perse la vita il 16 ottobre scorso. Ora i suoi cari avviano un progetto dedicato a tutela e valorizzazione della natura: presentazione sabato 19 maggio a Marghera

Chi lo conosceva lo ricorda con affetto, come un amico prezioso e un valido professionista. Ora i genitori di Nicola Simion, morto il 16 ottobre durante un'escursione in montagna, prendono ispirazione dal solco che il giovane architetto mestrino aveva tracciato e danno vita ad una associazione culturale senza scopo di lucro a lui dedicata. Partendo da una frase: “Progettare utopia, edificare realtà”, concetto che sintetizza il pensiero di Nicola e che ne ha guidato la breve ma intensa attività lavorativa.

Natura e ambiente

A sette mesi dalla tragedia inizia quindi il lavoro della onlus Nicola Simion. Primo appuntamento sabato 19 maggio con una serata/concerto che si svolgerà a Marghera. Lo scopo: promuovere e svolgere attività formative, informative e di tipo culturale nei campi della tutela e valorizzazione della natura e dell'ambiente, dell'architettura e dell'interior design (con particolare riguardo sostenibilità ambientale, riusabilità, riciclo e smaltimento dei materiali) e dell'arte fotografica, soprattutto con tecnica analogica.

Serata e concerto all'Aurora

La presentazione dell’associazione avrà luogo sabato 19 maggio alle 21 al cinema teatro Aurora di Marghera, e sarà seguita da un concerto di Luca Bassanese, cantautore da sempre impegnato su temi ambientalisti e di impegno civile, accompagnato dalla Piccola Orchestra Popolare. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sciopero generale, Sgb incrocia le braccia per 24 ore nei trasporti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento