rotate-mobile
Attualità

Covid, aumentano i contagi e i tamponi: attivato il Drive Through al Palaexpo

L'Ulss 3 registra una media di oltre 4mila tamponi al giorno. Situazione critica: 170 sanitari positivi in isolamento e 60 sospesi perchè non vaccinati

Sono 4.483 i nuovi pazienti positivi al Covid registrati nell'ultima settimana di giugno dall'Ulss 3 Serenissima, con un aumento notevole rispetto a quella precedente, quando di nuovi positivi se ne contavano 2.943. Ad oggi, complessivamente, l'azienda sanitaria registra 8.316 persone in sorveglianza, con un'età media di 48 anni. Segno che la lunga e ostinata presenza del Coronavirus sta incidendo sulle aspettative per il periodo estivo. Inevitabilmente, è aumentata anche la richiesta di effettuare tamponi, tanto da spingere l'Ulss 3 ad attivare un Drive Through al Palaexpo di Marghera per eseguire i test.

La media giornaliera nell'ultimo periodo è di 4.187 tamponi effettuati dall'Ulss 3. Il drive è stato attivato oggi, 1 luglio, e solamente in mattinata sono stati eseguiti già 177 test. «A fine giugno, con le nuove varianti, si è registrato un aumento dei contagi. Viaggiamo intorno al 20% di positività», spiega Vittorio Selle, direttore del dipartimento dell'Ulss 3. Da qui, la decisione di riattivare il drive al Palaexpo, che è già operativo insieme agli altri punti tampone di Noale, Chioggia e Venezia. Già pronti ci sono i cosiddetti punti «dormienti» di Oriago e Favaro Vento che, incaso di necessità, saranno riaperti.  

I ricoveri rimangono sotto controllo

«I casi gravi tra i pazienti positivi, comunque, sono pochi. In terapia intensiva abbiamo solo un paziente, quindi il numero di positività non è associato a un aumento dei ricoveri - aggiunge Selle -. E, guardando ai dati delle vaccinazioni, abbiamo visto un piccolo incremento nelle ultime settimane. Attualmente, registriamo una copertura di circa il 30% tra gli over 80 per la quarta dose. Per quanto riguarda i contagi - prosegue -, si tratta di un'infezione lieve, ma alcuni casi talvolta danno sintomi più rilevanti e una positività che sfora i sette giorni».

Ulss: 170 operatori positivi e 60 sospesi

Con un Rt al 20%, la diffusione del virus continua a essere molto ampia a causa delle nuove varianti sia tra la popolazione che tra gli operatori sanitari. Solo all'interno dell'Ulss 3 si registrano 170 sanitari positivi, quindi in isolamento domiciliare. Questo non fa che caricare ulteriormente l'azienda sanitaria. La situazione è critica anche perchè, oltre a 170 persone in isolamento, l'Ulss ne conta altre 60 sospese perchè non vaccinate, di cui alcuni medici, due dei quali radiati dall'albo. L'azienda sanitaria ha chiesto, dunque, un aiuto ai privati, ai medici di medicina generale (soprattutto per supportarli nella chiusura del periodo di positività), e rimangono anche le farmacie per effettuare i tamponi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, aumentano i contagi e i tamponi: attivato il Drive Through al Palaexpo

VeneziaToday è in caricamento