menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Avis nelle scuole per insegnare il valore del dono: 10mila studenti coinvolti

Iniziativa dell'associazione volontari del sangue in 37 comuni della provincia: in programma laboratori, teatri, incontri ed esperienze scuola-lavoro

Diecimila studenti delle scuole e 37 comuni della provincia di Venezia: il progetto «Avis scuola» compie 18 anni e festeggia con i giovani veneziani. «Il programma di incontri nelle scuole è nato per promuovere il valore del dono anche tra le nuove generazioni – spiega Tito Livio Peressutti, presidente di Avis provinciale Venezia – È bene che sappiano da subito chi siamo e imparino a conoscere fin da piccoli l'importanza di una cittadinanza attiva per il bene della comunità».

Tante attività

Come farlo? La scelta È ampia e le proposte sono pensate ad hoc in base all'età dei partecipanti ai laboratori. Ci sono spettacoli teatrali, incontri di approfondimento per gli studenti delle superiori ma anche storytelling, interventi di cittadinanza attiva, di teatro immagine e per i più piccoli momenti di pittura creativa e di lettura fiabe. Nel 2017/2018 sono stati 426 i workshop nelle scuole, 96 alla primaria, 210 alle scuole secondarie primo grado, 120 nelle secondarie di secondo grado, con il 40% di partecipazioni comunali in più rispetto all'anno precedente e 9.276 studenti totali coinvolti. «Per l'anno scolastico in partenza l'obiettivo è quello di raggiungere più di 10mila studenti», conferma la dottoressa Patrizia Springolo, consigliera provinciale Avis con delega alla scuola.

Un'esperienza professionale

Peressutti aggiunge: «Quest'anno amplieremo anche il lavoro nelle scuole superiori sul fronte dell'alternanza scuola-lavoro. Abbiamo iniziato lo scorso anno con un progetto al liceo delle scienze umane “Belli” di Portogruaro, dove una trentina di ragazzi e ragazze si è formata al teatro sociale per poi proseguire nella formazione dei più giovani». Da quest'anno l'alternanza scuola-lavoro continuerà ampliando la progettualità a Portogruaro con il progetto «Pongo e stop motion» e in altre scuole superiori della provincia dove verranno fatte attività legate alla diffusione della cultura del dono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento