Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Avis: più aperture nei weekend per i donatori con un lavoro precario

Si faranno le idoneità anche fuori dai centri trasfusionali. Donazioni più accessibili ai giovani

Ci saranno più «giornate dedicate» ai donatori con un lavoro precario che faticano a chiedere un permesso per andare a fare l’idoneità ma anche per andare a donare. Per loro le Src (società raccolta convenzionata) che garantiscono già oggi il 30 per cento delle donazioni in territorio provinciale si metteranno d’accordo per delle aperture straordinarie durante il weekend. L'iniziativa è di Avis Venezia che guarda sempre più ai giovani e alla contemporaneità. 

Sabati e domeniche nei centri Src

«L’idea di dedicare dei sabati e delle domeniche in più alle idoneità nei centri Src nasce per provare ad andare incontro alle esigenze dei donatori - spiega Tito Livio Peressutti, presidente di Avis provinciale Venezia -  questo progetto inoltre svuoterà i centri trasfusionali di un’attività che fa perdere molto tempo ma allo stesso tempo metterà in rete i Comuni facendo aggregazione tra le Avis permettendo anche di conoscere in modo più diretto i donatori seguendoli dall’idoneità fino alla prima donazione». Avis vuole infatti allargare la base dei suoi donatori tenendo conto delle esigenze della società che cambia. E per fare questo è necessario tenere conto delle nuove esigenze dei donatori che spesso in passato si sono trovati «bloccati» da lunghe attese. Il 2018 ha segnato un ulteriore anno di calo di donazioni, certamente meno importante dell’anno precedente ma comunque presente (dati in allegato).

Servono più donazioni

«La risposta immediata che possiamo dare - continua Peressutti - è riuscire ad allargare la platea dei donatori al fine di permetterci di non “stressare” il Donatore che oggi vive il suo generoso gesto all’interno di un contesto sociale, economico e lavorativo che non lo gratificano per quanto fa nei confronti della società». In questo senso aprile sarà un mese molto importante. L’esigenza di sangue anche in attesa dell’arrivo dell’estate è sempre in aumento. In questo senso la maggiore apertura delle Src migliorerà l’accessibilità. «L’apertura alle idoneità nelle Src - continua Peressutti - va anche incontro alle esigenze logistiche della nostra Provincia così estesa. Con questo nuovo sistema le idoneità si potranno fare non solo di sabato e domenica ma anche sotto casa, facilitando ancora di più l’avvicinamento ad Avis».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avis: più aperture nei weekend per i donatori con un lavoro precario

VeneziaToday è in caricamento