Azienda trasporti Veneto Orientale, bilancio approvato dai soci: utile da 1,3 milioni di euro

Già previsti investimenti per l'acquisto di mezzi, 100 bus, e la realizzazione della nuova autostazione e del nuovo deposito inseriti nel progetto Porta Nord di San Donà

L'assemblea dei soci Atvo ha approvato il bilancio consuntivo dell’Azienda di trasporti, venerdì, con un utile da 1,3 milioni di euro. "Un’altra dimostrazione della solidità dell’azienda, della bontà degli investimenti commerciali fatti, della politica di miglioramento dei servizi – ha commentato il presidente Atvo, Fabio Turchetto – dopo un altro anno ricco di soddisfazioni, che ha visto aumentare anche il potenziale commerciale e di servizi grazie all'inserimento di tecnologia di ultima generazione”.

daaab 5-2

Il 2017 è stato un anno importante dal punto di vista degli investimenti, con l’avvio della app DaAB, applicazione nata grazie alla volontà di Atvo, sviluppata da una collaborazione internazionale che include universitari del Mit di Boston, sviluppatori di Silicon Valley e ricercatori del Santa Fe Institute, la prima piattaforma digitale destinata a cambiare il modo di viaggiare. Dopo la sperimentazione di Atvo è stata sviluppata e presentata ufficialmente a Venezia, lo scorso 16 gennaio. Oltre a organizzare il viaggio, la app di fatto consente l’acquisto di un biglietto unico delle aziende di trasporto del Veneto che hanno aderito al progetto.

Nuovi bus

Tra gli investimenti anche l’acquisto di 40 bus, la cui procedura era iniziata nell’agosto del 2017: 25 di questi acquistati in autofinanziamento. Nella politica di rinnovamento del parco mezzi, si arriverà all’acquisto di 100 bus. Anche questo ha contribuito a fare di Atvo la migliore azienda di trasporti pubblici d’Italia, per quanto riguarda l’extra urbano. Il trend, già molto positivo negli ultimi anni, si è dunque dimostrato al top nella indagine nazionale condotta dal “Mystery Client” nel corso dei mesi di ottobre e novembre del 2017, periodo in cui il servizio extraurbano viene utilizzato in prevalenza dagli studenti.

Mystery Client

Per quanto riguarda il futuro prossimo, negli investimenti rientrano quelli inseriti nel progetto Porta Nord di San Donà di Piave. Iniziato nel 2017, in questo 2018 si concluderà l’iter burocratico per la definizione del progetto per la realizzazione della nuova autostazione e del nuovo deposito. Si prevede di iniziare i lavori nel 2019, con conclusione nei primi mesi del 2020.

Ringraziamenti

Il presidente Atvo, Turchetto, nel commentare il bilancio esprime un elogio nei confronti dei dipendenti. "Questi risultati si ottengono grazie a un'ottima programmazione e lungimiranza negli investimenti, ma che non sarebbe possibile senza la collaborazione dei nostri dipendenti, che ringrazio per quanto hanno fatto e stanno facendo"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Come cambia da domani il Veneto: regole, restrizioni e cosa si può fare

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento