Biglietto unico metropolitano, 85 mila ticket in un anno: "Una comodità che fa risparmiare"

Il titolo di viaggio, nato un anno fa, ha durata di un giorno e permette di utilizzare in libertà le linee Avm-Actv e Atvo. "Le famiglie possono abbattere fino al 50% dei costi"

Mettere assieme tanti titoli di viaggio risparmiando e acquistando un unico biglietto. Questo e ciò che ha permesso di fare il pass integrato metropolitano, valido un giorno, inaugurato lo scorso anno e che, ad oggi, conta più di 85mila ticket venduti.

Creare il proprio viaggio

"Un'idea che si è diffusa - commenta  l'assessore alla Mobilità, Renato Boraso - e permette di viaggiare su tutta la rete di trasporto gestita dal gruppo Avm, la società della mobilità veneziana, e Atvo, l’azienda di trasporti del Veneto orientale e, a partire dal 10 giugno, anche Arriva Veneto. Il pass consente grande flessibilità sul territorio metropolitano a un prezzo molto vantaggioso, scegliendo tra vettori e mezzi di trasporto diversi e componendo il proprio viaggio a piacimento tra le numerose destinazioni possibili”.

Costi e utilizzo

Il titolo di viaggio integrato Venezia Metropolitana 24 ha durata di un giorno, a esclusione del collegamento da e per l’Aeroporto Marco Polo di Venezia e l’Aeroporto Andrea Canova di Treviso, il tutto con un unico titolo di viaggio. Costa  30 euro per i non residenti ed è offerto al prezzo speciale di 20 euro per i quasi 900 mila residenti compresi tra i 44 Comuni della Città metropolitana di Venezia, e il comune di Mogliano Veneto. I biglietti si possono acquistare in tutti i canali commerciali di Avm Actv e Atvo, compreso l'online e il mobile. I bambini fino al compimento dei 12 anni accompagnati viaggiano gratis. Per fare un esempio, se una famiglia con due figli di 8 e 10 anni da Eraclea decidesse di andare a visitare Villa Pisani a Stra utilizzando i mezzi pubblici può farlo, comodamente e in modo conveniente, con un unico biglietto, e risparmia circa il 50% per famiglia, con in più la libertà di viaggiare cambiando itinerario a propria scelta all’interno delle reti gestite.

Apprezzato dalle famiglie

“I numeri ci confermano che siamo sulla giusta strada – aggiunge Boraso. In 12 mesi di sperimentazione abbiamo rilevato che i primi ad approfittare del biglietto unico sono state proprio le famiglie. Infatti il 90% dei ticket sono stati comperati in formule che prevedevano la gratuità per under 12. Nello specifico, a fronte di 8.498 pass ordinari, sono stati venduti 46.169 biglietti ordinari con un under 12, e 30.508 ordinari con due under 12. L’impegno di questa amministrazione - conclude Boraso - prosegue nella direzione di incentivare l’utilizzo dei mezzi pubblici per spostarsi nel territorio metropolitano costruendo una rete integrata che permetta alle famiglie, ai residenti e ai turisti di andare alla scoperta delle bellezze della nostra terra nel rispetto dell’ambiente e con la tranquillità di non doversi procurare tanti biglietti diversi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento