Protezione Civile, nel 2019 nuovi mezzi e attrezzature per 300mila euro

Tra gli interventi principali del corpo quest'anno ci sono state le emergenze maltempo

Più di 33mila ore dedicate agli altri, quasi mille in più rispetto al 2017 e addirittura 3.200 rispetto al 2016. Questo il dato principale emerso durante il tradizionale incontro con i volontari della Protezione civile del Comune di Venezia che si è tenuto oggi a Ca' Farsetti alla presenza della vicesindaco Luciana Colle e dell'assessore alla Protezione civile Giorgio d'Este. Tra gli interventi principali del corpo, le emergenze maltempo. In tutto sono state 5mila le ore impiegate in questo tipo di attività, il 15 per cento del totale.

Nell'ultimo anno sono stati acquistati e allestiti un automezzo a nove posti, un generatore, due carrelli appendice, due motoseghe, due transpallet, due gazebo e attrezzature per la cucina da campo. In queste settimane - ha detto il dirigente comunale del settore Protezione civile e Sicurezza del territorio, Valerio Collini - sono inoltre in fase di acquisizione i due polisoccorso che sono stati finanziati nel 2018 e saranno disponibili due auto 4x4 usate che abbiamo ricevuto in comodato d’uso dall’ex Provincia. Grazie alla partecipazione del Comune al progetto Anci per il potenziamento della capacità di risposta alle emergenze - ha aggiunto - acquisiremo nel corso del 2019 mezzi ed attrezzature per un valore complessivo di circa 300mila euro, oltre alle spese di manutenzione degli stessi per un quinquennio. Nel bilancio 2019, poi, sono previsti fondi per centomila euro da utilizzare per l’acquisto di un’altra autovettura e di 50 radio tetra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale drammatico a Noventa di Piave: morti tre ragazzi

  • Poca neve a Venezia, poi la pioggia

  • Contro un albero e giù nel fosso: muore un 43enne

  • Scontro a Stigliano di Santa Maria di Sala, morta una ragazza

  • Violento scontro fra furgone e trebbiatrice sulla Triestina

  • Infermiere preso a calci e pugni da un paziente: si dovrà operare

Torna su
VeneziaToday è in caricamento