menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Borse di studio ai figli meritevoli dei tabaccai, 25 assegni consegnati: "Investire sui giovani"

"Fondamentale esprimere riconoscenza anche ai vostri genitori che vi hanno sostenuto e hanno compiuto grossi sacrifici. Iniziative come queste devono essere un volano per il futuro"

Venticinque borse di studio consegnate martedì mattina nella sala del Consiglio comunale di Ca' Farsetti, in occasione della cerimonia di premiazione dei figli meritevoli dei tabaccai dell'area territoriale di Venezia, Treviso, Belluno e Rovigo.

La consegna

Ragazze e ragazzi hanno ricevuto un attestato di benemerenza e sono stati premiati per i risultati raggiunti nello studio con un assegno tra i 350 e i 1500 euro, a seconda del diploma di scuola conseguito: media inferiore, maturità, laurea triennale o magistrale. All'appuntamento sono intervenuti la vicesindaco Luciana Colle, il presidente della Federazione nazionale tabaccai, Giovanni Risso, il direttore generale dell'Ecomap, Ivo Mastroantonio, il comandante provinciale della Guardia di Finanza di Venezia, Giovanni Abitabile, il  Comandante del nucleo operativo dei Carabinieri di Venezia, Domenico De Luca, Maria Bonaldo, delegato territoriale Fit Venezia 1 e monsignor Antonio Meneguolo.

Giovani in prima linea

“Oggi è la vostra giornata – ha sottolineato la vicesindaco Colle, rivolta ai giovani -  ma è fondamentale esprimere riconoscenza anche ai vostri genitori che vi hanno sostenuto nel vostro percorso e hanno compiuto grossi sacrifici. Iniziative come queste devono essere un volano per il futuro. Mi auguro che continuiate a impegnarvi anche per il rinnovamento della città perché lo studio è uno strumento fondamentale di cultura”. Il presidente della Fit Risso ha voluto ringraziare i rappresentanti delle istituzioni presenti “che rappresentano la sicurezza all'interno del Paese”. “Oggi premiamo voi che siete stati studenti modello, ma la nostra Federazione – ha aggiunto - porta solidarietà anche quando l'Italia vive calamità naturali”. “Investire sui giovani – ha spiegato il comandante Abitabile, ricordando l'impegno della Guardia di Finanza contro il contrabbando – è importantissimo e dobbiamo mettere i nostri ragazzi in condizione di poter proseguire nel loro studio, anche attraverso iniziative di questo tipo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento