Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità Jesolo / Via Pantiera

Bosco alla discarica Piave Nuovo a Jesolo, finora 415 alberi ed essenze

Qui Veritas conferisce parte delle 530.000 tonnellate di rifiuti raccolte ogni anno all’interno del territorio di competenza (44 Comuni della Città metropolitana e Mogliano Veneto)

Piave Nuovo, foto Google Maps

Nuovi alberi ed essenze alla discarica di Piave Nuovo a Jesolo: sono 415 quelli fino a oggi piantati da Veritas. Si tratta di 44 biancospini, 44 spincervini, 47 ligustrelli, 33 prugnoli, 33 lantane, 138 lecci, 20 noccioli, 7 pioppi bianchi, 14 sambuchi, 7 frassini, 7 farnie, 7 aceri, 7 carpini e 7 olmi: essenze indicate nell’autorizzazione rilasciata dalla Città metropolitana di Venezia in base alle prescrizioni della Commissione Via nel rispetto delle normative ambientali. Nella discarica di Piave Nuovo Veritas conferisce una minima parte delle 530.000 tonnellate di rifiuti raccolte ogni anno all’interno del proprio territorio (i 44 Comuni della Città metropolitana e Mogliano Veneto). Questa e tutte le discariche devono avere un vita limitata: Piave Nuovo, in particolare, potrà rimanere in attività al massimo per altri sei anni.

Alberi e piante provengono dai vivai di Veneto Agricoltura, la società regionale specializzata nella selezione, salvaguardia e tutela della biodiversità e del patrimonio forestale veneto. Inoltre, sono stati consegnati gli ulteriori lotti necessari alla realizzazione del bosco intorno alla discarica, i lavori sono stati affidati alla ditta incaricata e partiranno non appena le condizioni metereologiche lo permetteranno. Sono stati acquisiti da Veritas con un accordo bonario con tutti i proprietari (tranne uno nei cui confronti si procederà con l’esproprio) circa 7,5 ettari di terreno intorno alla discarica; alberi ed essenze saranno piantati in 5 ettari, il rimanente è la fascia di rispetto indicata e prescritta dal Consorzio di bonifica. A luglio, dunque, quando il progetto sarà concluso, intorno alla discarica sarà stato realizzato un bosco con 6.800 piante, lungo due chilometri e largo 30 metri.

Il sistema integrato di gestione dei rifiuti di Veritas prevede, nel pieno rispetto dei principi dell’economia circolare, alte percentuali di differenziata (82%), scarsissimo utilizzo della discarica (inferiore al 3%) e pochissimo rifiuto secco residuo (15%) che non può essere in alcun modo riciclato e che viene trasformato in Combustibile solido secondario (Css) e poi recuperato come energia.
   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bosco alla discarica Piave Nuovo a Jesolo, finora 415 alberi ed essenze

VeneziaToday è in caricamento