menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ca' Foscari mappa gli antichi graffiti veneziani con un progetto di catalogazione digitale

Ca' Foscari mappa gli antichi graffiti veneziani con un progetto di catalogazione digitale

Ca' Foscari mappa gli antichi graffiti veneziani con un progetto di catalogazione digitale

Uno studio su oltre 5000 tra disegni, scritte e simboli presenti sui muri veneziani e realizzati tra il XII e il XX secolo

Ca' Foscari lancia un nuovo progetto di ricerca che ha come protagonisti gli antichi graffiti veneziani dal XII al XX secolo. L'iniziativa prevede uno studio e una catalogazione digitale di oltre 5000 disegni, scritte o giochi come la tria che figurano su colonne, muri, pareti di palazzi e chiese a Venezia che testimoniano la volontà nei secoli di “lasciare un segno”.  Si tratta di uno studio di otto secoli di tracce lasciate in città da chiunque sia passato e abbia voluto lasciare un'impronta della propria storia. 

Il progetto, di grande interesse culturale, è stato avviato dalla professoressa Flavia De Rubeis, ordinaria di paleografia latina presso il dipartimento di studi umanistici e coordinatrice del progetto "Tourists in Venice across the centuries” e prevede la schedatura digitale dei graffiti ritenuti più importanti creando una banca dati che ne riporti sia l'immagine che la localizzazione nonché notizie sul momento storico in cui sono stati realizzati e la loro provenienza. È inoltre in programma la realizzazione di un'app che permetterà di scoprire questi segni del tempo nascosti in città e seguire itinerari realizzati ad hoc. L'app permetterà anche di ridisegnare e rendere leggibili i graffiti rovinati o sovrapposti ad altro. Collaboreranno alla ricerca anche altri docenti del dipartimento per aiutare a comprandere i significati dei vari graffiti e una ricercatrice del Science and Technology in Archaeology and Culture Research Center -STARC- The Cyprus Institute. 

«Gran parte di questi graffiti non è mai stata studiata o pubblicata ed è la prima volta – spiega la professoressa De Rubeis - che viene dato il via a una campagna di studio a tappeto inclusiva di tutti i graffiti, editi e inediti. Sono pochi gli studi che si sono occupati di queste scritture e comunque non con l’obiettivo di dare una visione d’insieme della città su una cronologia così estesa».



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bollo auto, prorogata ancora la scadenza del pagamento in Veneto

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ulss 3, la metà degli over 50 ha già aderito alla vaccinazione

  • Meteo

    Piogge in arrivo nel Veneziano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento