Lo scontrino scandalizza il turista, 43 euro per 2 caffè e acqua a San Marco: "Vergogna"

Nuova puntata di "scontrini folli" nel salotto buono di Venezia. I listini sono chiari, ma qualcuno resta comunque interdetto quando è ora di pagare il conto

Due caffè espressi e due bottigliette d'acqua da 250 millilitri, poco più di due bicchieri. Totale 43 euro. Questo lo scontrino di fronte ai quali una coppia di turisti non ha potuto far altro che strabuzzare gli occhi e rimanere a bocca aperta. Succede mercoledì a Venezia, in un bar di piazza San Marco.

"È una vergogna"

Non è certo una novità quella dei prezzi esorbitanti in pieno centro storico in laguna, nella stragrande maggioranza dei casi segnalati sul menù, come ricordato più volte dai titolari dei locali. Della serie "A scanso di equivoci, prendi visione e poi sai quello che dovrai pagare". Fatto sta che quando si ordina dell'acqua e due semplici caffè, in pochi chiedono un listino per verificare i prezzi. Si è consapevoli che nel salotto buono della città i prezzi sono protesi verso l'alto, ma difficile immaginare che un un caffè possa arrivare a costare 11,50 euro e un bicchier d'acqua 10, specie per un turista, di certo più disinformato rispetto a residenti o a chi Venezia la conosce bene. E il commento a freddo dei malcapitati non può che essere: "Che vergogna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Visite in casa a parenti e amici: le regole per il Veneto a partire da domani

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Zaia conferma: «Il Veneto sarà in area arancione»

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

Torna su
VeneziaToday è in caricamento