Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Tre caldaie "over size" realizzate a Marghera: salperanno da Venezia per il Kazakistan

A produrle la Macchi, che da due anni ha la sua sede principale a Marghera. Eccellenza italiana, pesano circa 700 ton l'una

Faranno parte di uno dei più grandi impianti "oil & gas" al mondo le tre caldaie Plug & Play prodotte dall'azienda Macchi nello stabilimento di Marghera. Si tratta di tre gioielli della meccanica, mega carichi del peso di 700 ton ciascuno, e delle dimensioni di 30 metri di lunghezza, 16 di larghezza e 11 di altezza destinate in Kazakistan, dove faranno parte di un impianto di ultimissima generazione.

Mai realizzati moduli di tali dimensioni

Moduli di tali dimensioni e peso ma soprattutto di assemblaggio impiantistico così spinto, ad oggi non erano mai stati realizzati a Marghera da Macchi pronti per l’imbarco. D’altra parte l’azienda da due anni ha scelto di aprire il suo nuovo maggior stabilimento in via Ramo dell’Azoto a Marghera: una scelta strategica, che consente ai colli di grandi dimensioni di raggiungere le vicine banchine poiché impossibilitati a viaggiare su strada per ragioni di peso e dimensioni.

Un investimento che dà frutto

«A Marghera finalizziamo un prodotto che fino a qualche anno fa non era pensabile a questo livello di dettaglio - spiega l'operations & logistics manager di Sofinter, Bruno Bianchi - Siamo stati tra i primi a studiare e proporre la modularizzazione seguendo le evoluzioni di questo mercato. Oggi senza dubbio, possiamo essere considerati un’eccellenza e tra i leader mondiali del settore». Si tratta di un investimento che certamente ha dato i suoi frutti, se si considera che in due anni sono state prodotte e imbarcate a Marghera ben 19 plug & play.

Musolino: «Venezia gateway ideale per project cargo»

«Siamo orgogliosi che tra le aziende insediate a Marghera vi siano eccellenze operanti a livello internazionale come la Macchi - afferma il presidente delliAutorità di sistema portuale Pino Musolino - L’accessibilità alla banchina è un asset che da sempre rende Venezia il gateway ideale per i project cargo, e non si tratta più di scegliere Venezia solo come scalo, ma come sede di produzione per ridurre al minimo il percorso in transito di queste componenti dalle dimensioni eccezionali».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre caldaie "over size" realizzate a Marghera: salperanno da Venezia per il Kazakistan

VeneziaToday è in caricamento