Dolo valorizza la street art della propria città trasformandola in un calendario

Le immagini dei murales della città sono state scelte come rappresentazione dei mesi dell'anno nel calendario 2020

Il comune di Dolo sceglie la propria street art come protagonista del nuovo calendario 2020. I dodici mesi del prossimo anno saranno infatti accompagnati dalle più belle immagini delle pareti cittadine decorate dai murales di Tony Gallo, Pao, Etnik, Zed1, Neve e tanti altri artisti che hanno colorato la città, un mese per ciascuno, in occasione dell' I Do_Love Street Art Urban Festival.

L'acquisto del calendario ha uno scopo benefico, il ricavato, infatti, sarà interamente devoluto ai comuni della costa veneziana colpiti dalle mareggiate e dall'acqua alta dello scorso novembre. 

Da oggi, i calendari della street art di Dolo possono essere acquistati nella biblioteca comunale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Blitz della polizia al centro sociale Rivolta di Marghera

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento