Giovedì, 24 Giugno 2021
Attualità

Troppi giovani muoiono sulle strade: L'Aci lancia una campagna social

I dati relativi al 2019 confermano una situazione preoccupante sugli incidenti stradali

(archivio)

A Venezia l’Aci lancia "This is my street", la campagna nazionale per la sicurezza stradale in collaborazione con la FIA (Federazione Internazionale de l’Automobile), allo scopo di incrementare la cultura della sicurezza nei più giovani per una mobilità sicura e sostenibile. A livello nazionale e mondiale, infatti, i giovani risultano i più coinvolti negli incidenti stradali. E anche nel Veneziano, sono in molti a perdere la vita a causa di incidenti. Gli ultimi dati sugli incidenti stradali elaborati da ACI e Istat sul Veneziano, riportano nel 2019 2.467 incidenti con 67 morti e 3.412 feriti. Se prendiamo in considerazione la fascia di età da 5 a26 anni: 14 morti e 805 feriti. Tra i conducenti 7 morti e 480 feriti, tra i passeggeri e i pedoni rispettivamente 7 morti e 264 feriti e nessun morto e 61 feriti.

«Siamo preoccupati»

«Siamo preoccupati per i giovani e le categorie vulnerabili - dichiara Giorgio Capuis, presidente dell’Automobile Club di Venezia - bisogna intervenire subito per contribuire ad arginare il grave fenomeno dell’incidentalità stradale. L’auto -rimane il principale mezzo di trasporto, ma aumenta il numero di chi, per muoversi in città, sceglie forme di mobilità dolce o micro mobilità elettrica. Anche per questo, ci deve essere, da parte di tutti - pedoni inclusi - il massimo rispetto delle regole». Da qui nasce l'idea della campagna This is my street, i cui obiettivi sono diffondere la conoscenza delle principali norme, aumentare la conoscenza dei fattori di rischio degli incidenti stradali, migliorare la consapevolezza del fatto che il rispetto delle norme contribuisce, in modo determinante, a proteggere la propria e le altrui vite e illustrare l’importanza e il corretto utilizzo dei dispositivi di sicurezza (casco, cinture, ecc.).

La sensibilizzazione sui social

I partecipanti a "This is my Street” esporranno sui propri social i cartelli dove sono riportate alcune frasi sulla sicurezza stradale, indirizzate alle Istituzioni ed alla collettività, per promuovere l’adozione di efficaci azioni d'intervento, come “Rispettiamo gli attraversamenti pedonali”, “Questa è la nostra strada rispettiamola”; "Aiutaci a mantenere la Strada Sicura" "Non più vittime sulla strada.

T4-2

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi giovani muoiono sulle strade: L'Aci lancia una campagna social

VeneziaToday è in caricamento