rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Attualità

Venezia, ok al progetto di manutenzione del canale dei Petroli

Piano approvato dalla commissione per la Salvaguardia. Condizioni da rispettare sulle palancole. Soddisfatto Musolino: «Garantiti funzionalità del porto e tutela dell'ambiente»

Progetto approvato, il canale dei Petroli nella laguna di Venezia sarà modificato per continuare a garantire il passaggio delle navi commerciali. L'Autorità portuale veneziana, infatti, ha comunicato che la commissione per la salvaguardia di Venezia, riunitasi stamane, ha dato l'ok al "piano di protezione del canale Malamocco-Marghera” del porto stesso, anche se con delle prescrizioni: la forma delle palancole, che dovranno minimizzare il ritorno dell’onda, e la velocità delle navi, che dovrà mantenersi al di sotto del limite che stabilirà la Capitaneria di porto di Venezia per tutta la durata dei lavori.

Percorribilità garantita

Il via libera non può che trovare il favore dei promotori del progetto, primo fra tutti il presidente dell'Autorità portuale Pino Musolino: «L’intera comunità portuale accoglie con soddisfazione la decisione, che riconosce l’efficacia tecnica di un progetto sviluppato sfruttando modalità d’intervento sostenibili, in linea con quanto previsto dalla legislazione relativa alla laguna di Venezia. Un progetto che, mantenendo adeguati livelli di salvaguardia dell’ecosistema lagunare, raggiunge anche l’obiettivo della salvaguardia della portualità e, di conseguenza, rafforza la sostenibilità culturale, sociale ed economica di Venezia».

Impatto ambientale

L'associazione Italia Nostra aveva espresso preoccupazione per un progetto che ritiene troppo invasivo a causa delle palancole, di fatto «argini emersi che comportano la divisione della laguna», e che avrebbe voluto «realizzare interfacce funzionali anziché barriere. Le palancolate intercetterebbero, tagliandola, la seconda falda freatica - conclude Italia Nostra -. Dovremmo dunque aspettarci negli anni a venire un incremento della subsidenza». L'Autorità portuale ha aggiunto che «ovviamente sarà nostra cura dare seguito alle prescrizioni emerse dalla commissione di Salvaguardia», in particolare appunto per quanto riguarda la forma delle palancole. La manutenzione andava fatta ed è funzionale al passaggio di ogni tipo di nave - conclude il presidente Musolino - anche per rafforzare la cassa di colmata 'b', evitando perdite di sedimenti e un impatto sui fondali e sulla laguna ed è nel rispetto della legge speciale per Venezia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia, ok al progetto di manutenzione del canale dei Petroli

VeneziaToday è in caricamento