Attualità

I carabinieri aprono alla cittadinanza la caserma di San Zaccaria per i 1600 anni di Venezia

L'iniziativa sabato mattina, sarà ripetuta a settembre

I carabinieri di Venezia, nell’ambito delle iniziative per i 1600 anni della città lagunare, hanno aperto le porte del vecchio monastero benedettino di San Zaccaria, ora sede del comando provinciale, alla cittadinanza.

In collaborazione col Touring Club di Venezia,  che ha contribuito con l'intervento dei suoi volontari nella spiegazione della storia e degli aneddoti del monastero, i militari hanno ospitato i cittadini, provenienti anche da diverse parti d’Italia, che hanno potuto vedere anche alcune divise, di ieri e di oggi, indossate quotidianamente dai vari appartenenti alla Benemerita, quasi interamente prestate gentilmente dal nucleo uniformi storiche di Zero Branco e dal suo presidente Mauro Sartorel, e alcuni documenti del passato di monastero e della presenza dell’Arma a Venezia, recuperati in collaborazione con le istituzione veneziane.

A fine settembre verrà rinnovata l’apertura per un’ulteriore giornata per scoprire nuovamente la lunga e meravigliosa storia dell’antico monastero. Il comandante provinciale, Mosè De Luchi, ha sottolineato come anche «questa occasione è preziosa per rinsaldare ancora una volta il forte legame che l’Arma ha verso i cittadini e la città di Venezia».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I carabinieri aprono alla cittadinanza la caserma di San Zaccaria per i 1600 anni di Venezia

VeneziaToday è in caricamento