Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«La carenza di personale è un dramma». Ulss 3: «A breve nuovi operatori» | VIDEO

Sigle confederali Fp Cgil, Cisl Fp e Uilfpl hanno indetto lo stato di agitazione. Ulss3: «Appena approvato il piano del fabbisogno del personale dell'azienda per il prossimo triennio»

 

Questa volta lo stato di agitazione è stato proclamato unitariamente dai sindacati Fp Cgil, Cisl Fp e Uilfpl, assieme alla Rsu dell'Ulss3, il Nursing Up degli infermieri, e l'Unione dei sindacati Autonomi Europei. «La carenza di personale è drammatica nella sanità del Veneziano - affermano -. I cittadini devono sapere che le prestazioni sanitarie di cui usufruiscono sono garantite grazie all'impegno e allo sforzo di professionisti che nonostante la pesante mancanza di organico continuano a garantire standard di qualità». Si parla di infermieri, personale amministrativo e operatori socio sanitari. «I lavoratori sono costretti a saltare riposi, vedere modificato il turno di lavoro, subire uno straordinario che ormai è diventato obbligatorio e rinunciare alle ferie». E annunciano «assemblee generali in tutti i luoghi di lavoro, per intraprendere iniziative con i lavoratori».

Verifica 

«In un'azienda di più di 7.500 dipendenti, e derivante dall'accorpamento di tre diverse aziende, è fisiologico il costante avvicendamento di personale per i più diversi motivi (aspettative, malattie e relative sostituzioni, permessi)  - fa sapere Ulss3 Serenissima -. Le sostituzioni, per turn-over vero e proprio o per motivi contingenti, sono oggetto di verifica costante e conseguente richiesta autorizzativa alla Regione Veneto, la quale con cadenza trimestrale valuta con l'azienda le situazioni segnalate e autorizza le relative assunzioni. A oggi sono in corso 43 procedure concorsuali, senza considerare gli incarichi di specialisti ambulatoriali interni e le procedure di attribuzione di incarichi libero professionali. Va peraltro detto che, nel territorio aziendale come ovunque, molte procedure concorsuali (in particolare quelle relative al reclutamento di personale medico) vanno deserte per carenza di candidati».

Operatori

Tra le procedure in corso si ricorda l'avviso per l'assunzione di operatori socio-sanitari a tempo determinato, al quale hanno risposto in 945 candidati. Nei prossimi giorni sarà adottata la deliberazione di 610 ammessi alla valutazione dei titoli, alla quale seguiranno, entro i primi giorni di gennaio, le prime immissioni in servizio».

Infermieri

«C'è una graduatoria di mille infermieri ora in fase di esaurimento a seguito delle continue assunzioni (a riprova della costante attenzione al turn over). L'azienda ha quindi avviato le procedure per l'indizione di un nuovo concorso, ha pubblicato il bando di mobilità per infermieri, che precede il concorso vero e proprio. In questi giorni Azienda Zero ha ufficializzato che gestirà direttamente anche i concorsi per infermieri e operatori sanitari, cosicché da garantire una linea di continuità e collaborazione tra i due enti».

Il piano triennale

«La Regione Veneto, in funzione di programmazione e indirizzo in materia di politiche del personale, ha appena approvato il piano triennale del fabbisogno del personale dell'azienda, il quale, previo positivo confronto con le organizzazioni sindacali, rappresenterà la road map delle assunzioni per il prossimo triennio. Quanto infine al rispetto delle prerogative dei lavoratori (ferie, riposi), senza escludere che contingenti situazioni di necessità possano aver portato alla repentina modificazione di turnazioni, si ribadisce la costante attenzione di questa azienda, che ha condotto alla sottoscrizione di un nuovo decentrato disciplinante, in termini migliorativi rispetto al passato, tutti gli istituti contrattuali di interesse dei lavoratori».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeneziaToday è in caricamento