rotate-mobile
Attualità Giudecca / Sacca Fisola

Case pubbliche, Consulta civica veneziana: «Troppi alloggi vuoti o da sistemare»

L'appello martedì quando l'associazione a Sacca Fisola ha fatto il punto su manutenzioni, assegnazioni e vendite. «Bene le risorse comunali pari a 1,6 milioni per le ristrutturazioni e il riatto. Si rischia lo spopolamento»

«Finalmente un finanziamento di 1,6 milioni di euro di risorse del Comune di Venezia da destinare alla manutenzione e al recupero degli alloggi Ater. Questa nuova e improvvisa disponibilità di liquidità sarà destinata per 600 mila euro al riatto degli alloggi sfitti e per un milione alla manutenzione, anche dopo le tante segnalazioni da parte nostra e degli inquilini». A intervenire è la Consulta Civica Veneziana (associazione inquilini della Giudecca e Sacca Fisola) che martedì si è riunita per un confronto sulle problematiche degli alloggi pubblici, con la partecipazione dei consiglieri regionali Jonatan Montanariello (Partito Democratico) e Elena Ostanel (Veneto che vogliamo).

«Sta per nascere un tavolo permanente sulla casa nella città di Venezia - annuncia la consulta - che vedrà un costante aggiornamento numerico sul patrimonio, abitato e non, di proprietà Ater e del Comune di Venezia (gestito da Insula ), un periodico incontro con gli enti locali e le associazioni che si occupano della casa, un piano di recupero degli appartamenti sfitti da rimettere a bando per successive assegnazioni. Purtroppo è da tempo che notiamo la poca attenzione alle manutenzione degli alloggi - commenta l'associazione - Lo stanziamento dimostra che senza le segnalazioni degli inquilini e delle associazioni forse non sarebbe arrivato».

Durante la riunione ci sono state osservazioni sulla vendita degli alloggi di proprietà Ater anche nel Comune di Venezia. «Ci saranno un centinaio di alienazioni, che al momento non interessano la città lagunare: siamo contrari alla svendita di porzioni di proprietà pubblica, senza un progetto di nuova costruzione che compensi la perdita numerica degli alloggi».

Le case pubbliche sfitte di proprietà Ater, nei vari sestieri e isole, hanno proporzioni che vanno oltre il 30% dell'abitato rispetto ad altre aree della provincia, argomenta la consulta, rendendo difficile la sopravvivenza degli ultimi negozi veneziani di vicinato. Proprio ieri l'artista Freak of Nature che censisce i negozi vuoti nelle città con i segni del bambù verde, per stimolare l'apertura di un dibattito, ne ha contati 143 a Mestre, e oltre un centinaio a Venezia a gennaio scorso.

«Ecco i numeri delle case vuote: Giudecca: 111 su 352. Sacca Fisola: 42 su 256. Castello Quintavalle: 28 su 84 Castello calle Colonne: 25 su 60. Chiediamo alla politica regionale - concludono - una seria e profonda riflessione su ciò che realmente serve alla residenza pubblica nella città di Venezia, una programmata manutenzione e una continua sistemazione che permetta di superare un periodo troppo lungo di svuotamento residenziale, abbiamo poco più di duecento abitanti sopra la soglia dei 50 mila residenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case pubbliche, Consulta civica veneziana: «Troppi alloggi vuoti o da sistemare»

VeneziaToday è in caricamento