Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità Chioggia / Via Lungo Adige

La cava di sabbia trasformata in discarica abusiva: ispettori sulle tracce dei responsabili

Le sanzioni, in casi come questi, superano i 200 euro e in aggiunta prevedono l’addebito dei costi di ripristino ambientale, pulizia, trasporto e smaltimento di quanto raccolto

L'ex cava di sabbia di via Lungo Adige a Chioggia trasformata in una discarica abusiva. Sono stati ritrovati mobili, sacchi, pneumatici, contenitori di plastica e cumuli di rifiuti di ogni tipo. Gli ispettori ambientali di Veritas sono sulle tracce dei trasgressori.

Rifiuti ingombranti

Le sanzioni, in casi come questi, superano i 200 euro e in aggiunta prevedono l’addebito dei costi di ripristino ambientale, pulizia, trasporto e smaltimento di quanto raccolto. Per segnalare eventuali abbandoni e fornire indicazioni utili all’identificazione dei trasgressori, i cittadini possono chiamare il numero verde 800.466.466. I rifiuti e i materiali ingombranti non devono mai essere abbandonati in strada o intorno ai cassonetti, ma portati all’Ecocentro di Val da Rio, in via Maestri del Lavoro – Borgo San Giovanni, aperto da lunedì a sabato dalle 8 alle 12, festivi esclusi. Inoltre, è possibile usufruire del servizio di ritiro a domicilio su appuntamento, gratuito per chi è in regola con il pagamento della Tari. Per fissare un appuntamento basta telefonare al numero verde 800.811.333, da lunedì a giovedì, dalle 8.30 alle 17, venerdì dalle 8.30 alle 13.30 (escluso festivi).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cava di sabbia trasformata in discarica abusiva: ispettori sulle tracce dei responsabili

VeneziaToday è in caricamento