rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Attualità Lido

Si lavora ai centri estivi: l'assessore visita il "Morosini" del Lido in vista dell'apertura del servizio

Nei giorni scorsi la visita dell'assessore accompagnata dalla presidente del Centro Anna Brondino per verificare lo stato dei lavori nella struttura

Mezzi di trasporto dedicati dalla terraferma fino al Lido, una spiaggia privata e una struttura che offe molteplici servizi. Prosegue la preparazione dei centri estivi comunali in vista della ripartenza, in sicurezza, dell'attività dalle prossime settimane. Nei giorni scorsi l'assessore alle Politiche educative Laura Besio ha effettuato un sopralluogo al Centro Morosini del Lido di Venezia, accompagnata dalla presidente del Centro Anna Brondino per verificare lo stato dei lavori nella struttura. Una ricognizione che riguarderà anche altre realtà del territorio veneziano.

Il servizio

«Siamo molto soddisfatti di vedere come procedono le attività al 'Morosini' in vista della ripartenza - ha spiegato Besio - in una struttura comunale che si pone come un'alternativa al classico centro diurno e che offre opportunità uniche ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie». «Si tratta di un servizio d'eccellenza - ha aggiunto Brondino - che prevede la presenza di un educatore ogni 12 bambini e che riusciamo ad offrire alla cittadinanza dopo un impegno durato tutto l'anno per mettere in sicurezza i locali e gli spazi. A disposizione di chi frequenterà il centro ci saranno mezzi di trasporto dedicati, autobus e battelli che dalla terraferma porteranno gli ospiti fino al Lido. Abbiamo aumentato i servizi e grazie ad una gestione oculata delle spese possiamo ridurre la retta per l'iscrizione del 10%».

Come funziona

«Ringrazio Anna Brondino e tutti coloro che stanno lavorando alla ripartenza del 'Morosini', - ha ripreso Besio - come Amministrazione abbiamo avviato una ricognizione di tutte le realtà, pubbliche, private, associative, impegnate nel proporre i centri estivi per il 2021. In questi giorni i diversi soggetti coinvolti sono stati raggiunti da una mail che rimanda alla compilazione di un format online, da restituire compilato entro il prossimo 20 aprile, in modo che sia possibile mettere in rete e far conoscere ai cittadini chi ha intenzione di attivare i centri estivi. Il format è raggiungibile anche tramite un 'bottone' denominato 'Censimento centri estivi', pubblicato sulla home page del sito del Comune di Venezia. Vogliamo guardare con fiducia al futuro e mettere a disposizione delle famiglie l'intero sistema dei servizi dedicati all'organizzazione dei centri estivi in modo che possano rientrare in un'azione di promozione capillare dell'offerta sul territorio. Possiamo credere alla ripartenza - ha concluso - solo se lavoriamo in vista di una ripartenza».     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si lavora ai centri estivi: l'assessore visita il "Morosini" del Lido in vista dell'apertura del servizio

VeneziaToday è in caricamento