menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Ca' Foscari nasce il centro studi su economia e management della portualità

Siglato il protocollo d’intesa tra Ca’ Foscari e Porto per formare i futuri professionisti della logistica e dell’economia del mare. Previsti corsi di laurea e dottorato

La cultura marittimo-portuale diventa tema di studio e di ricerca a Venezia, grazie al protocollo d’intesa firmato martedì da Pino Musolino, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale, e Michele Bugliesi, rettore dell’Università Ca’ Foscari. L’obiettivo dell’accordo, formalizzato e sottoscritto nella sede dell’AdSP, è sviluppare dei percorsi di formazione e di ricerca nei settori marittimo-portuali e della logistica a sostegno della creazione di nuove figure professionali e di nuova imprenditorialità.

I programmi formativi

Il protocollo porterà alla creazione di un centro studi per lo sviluppo e il coordinamento di programmi formativi e di ricerca sui temi caratterizzanti l’attività marittimo-portuale e la logistica nel settore economico, del management, del diritto e delle relazioni internazionali riferiti alle attività marittimo-portuali, e dell’impatto delle attività portuali sul piano economico e ambientale. I primi risultati dell’accordo si registreranno già a partire dall’anno accademico 2018-2019 quando verranno proposti i primi percorsi formativi nell’ambito dei corsi di laurea e laurea Magistrale dell’Ateneo, nonché in master di I e II livello e in un dottorato di Ricerca o in un assegno di ricerca.

Supporterà un settore in forte espansione

"Le sfide legate all’economia e al management della portualità diventano oggetto di studio e di formazione a supporto di un settore strategico per l’innovazione e l’internazionalizzazione - afferma Bugliesi - Grazie alla collaborazione con l’Autorità di Sistema Portuale i nostri ricercatori potranno sviluppare questo filone di ricerca e formazione, con un approccio articolato sull’intersezione e il contributo di varie discipline e ambiti di studio, dai modelli per la logistica ai trasporti, ai sistemi economici, al diritto marittimo e internazionale, agli aspetti  ambientali. Un progetto che supporterà lo sviluppo di un settore in forte espansione e che richiede competenze specialistiche e sempre più qualificate".

Formare i professionisti del domani

"Finalmente Venezia e il Veneto avranno un filone di studi dedicato alla portualità - dichiara Musolino - per formare i professionisti della logistica e dell’economia del mare di domani. Grazie all’eccellenza del polo universitario di Ca’ Foscari e alle professionalità di caratura internazionale che operano nel nostro scalo portuale e che supporteranno la definizione dei progetti formativi e di ricerca, il Porto di Venezia potrà contare, ancor più di quanto già succede oggi, su figure professionali in grado di affrontare e vincere la sfida della globalizzazione e dell’innovazione. Una classe di manager con una preparazione multidisciplinare – chiarisce il Presidente Musolino – sarà in grado di relazionarsi a livello globale, attingendo alle enormi competenze presenti nell’area e riportando a Venezia le migliori pratiche sperimentate dalla comunità portuale internazionale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

Attualità

Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Chiude la sezione Covid 4 all'ospedale di Jesolo

  • Cronaca

    Morto anche il papà del falconiere, Gianni Busso

  • Incidenti stradali

    Grave incidente tra mezzi pesanti in A4: un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Blue Monday: oggi è il giorno più triste dell'anno, ecco perché

  • social

    Il gobbo di Rialto e la storia dell'ultimo bacio dei fustigati

  • Ristrutturare

    Bonus mobili 2021: come funziona e come ottenerlo

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento