Certificati anagrafici online: a Venezia si trovano nelle tabaccherie ed edicole

La Giunta comunale nella seduta di martedì ha approvato l’atto di indirizzo alla stipula di convenzioni con i soggetti interessati alla diffusione sul territorio di punti per il rilascio di certificati anagrafici

I certificati anagrafici online del Comune di Venezia potranno essere rilasciati anche dalle tabaccherie e dalle rivendite di giornali diffuse sul territorio comunale. Lo ha stabilito la Giunta comunale che, nella seduta di martedì, ha approvato l’atto di indirizzo alla stipula di convenzioni con i soggetti interessati alla diffusione sul territorio di punti per il rilascio di certificati anagrafici, dando mandato agli uffici competenti di definire l’iter giuridico, amministrativo e tecnico.

Obiettivi

Gli obiettivi del provvedimento – si legge nella delibera - sono due:  da un lato si punta a implementare il sistema di richiesta e rilascio dei certificati tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale); dall’altro si vuole ampliare i punti di rilascio delle certificazioni anagrafiche in sedi non istituzionali presenti in modo capillare nel territorio per garantire il maggior decentramento possibile dei servizi anagrafici, assicurando una rete di appoggio agli sportelli anagrafici attualmente esistenti. Nonostante il servizio online dalla sua attivazione sia utilizzato da un numero sempre crescente di cittadini, attraverso la piattaforma digitale DiMe, potenziata durante l’emergenza Covid con un servizio di video-identificazione per ottenere SPID, sono ancora numerosi gli utenti che si recano fisicamente allo sportello delle sedi anagrafiche per il rilascio di certificati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come funziona

L’iniziativa è frutto del protocollo d’intesa che l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) ha siglato il 2 ottobre 2017 con la Federazione Italiana Editori Giornali (FIEG) per promuovere la distribuzione del servizio di rilascio dei certificati anagrafici avvalendosi della rete delle edicole, allargata poi in alcuni Comuni italiani anche alla rete dei tabaccai. Il rilascio dei certificati anagrafici online oggetto della convenzione interesserà esclusivamente quelli che attualmente possono essere richiesti e rilasciati via web collegandosi alla piattaforma DiMe, previa autenticazione tramite SPID. La collaborazione riguarderà la facilitazione dell’accesso del cittadino alla stampa dei certificati anagrafici online: in alcun modo le funzioni delegate dallo Stato ai sensi degli artt. 14 e 54 del D.Lgs. n. 267/2000 saranno trasferite a personale esterno all’Amministrazione. La consegna dei certificati sarà esente dal pagamento dei diritti di segreteria. I soggetti con cui verranno stipulate le convenzioni saranno individuati con pubblicazione di avviso; il trattamento dei dati personali da parte delle realtà convenzionate sarà oggetto di specifico approfondimento da parte del DPO dell’Amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuove restrizioni “leggere” in Veneto: ordinanza all’orizzonte

  • Carri armati e scenari di guerra: l'esercito si addestra tra Jesolo e Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Tamponamento e incendio in autostrada A4: tratto chiuso e code

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento