Attualità Portogruaro

Chirurgia laparoscopica in diretta: giovedì e venerdì urologia a porte aperte

Sarà come essere di persona in sala operatoria all'ospedale di Portogruaro. L'occasione è un evento internazionale che si svolge a Roma

La diretta di un intervento di chiruurgia laparoscopica direttamente dall'ospedale di Portogruaro, in occasione di un evento internazionale che si svolge a Roma. Accadrà giovedì e venerdì quando al reparto di urologia il direttore, Michele Amenta, eseguirà dalle sale operatorie 4 interventi proiettati su uno dei nove maxi schermi all’Auditorium del Massimo. 

Le tecniche

L’evento organizzato dalla Società Italiana di Urologia è il più importante in Italia dedicato alla chirurgia in diretta, dove vengono presentate le più moderne tecniche chirurgiche in ambito urologico e i partecipanti possono seguire un centinaio di interventi chirurgici di urologia sui vari maxi schermi esposti all’auditorium. Grazie alla diffusione degli interventi chirurgici in streaming, visibili dunque via internet, la platea dei partecipanti (in gran parte medici) è tuttavia allargata a tutto il mondo. 

Interazione con i medici

Nei 4 interventi chirurgici previsti, il dottor Amenta sarà affiancato dagli urologi Nicola Caruso, Pietro Scialpi, Anna Tiberio ed Alfio Corsaro, dal personale del gruppo anestesiologico e infermieristico dell’Ulss4. «Effettueremo nel dettaglio – spiega Amenta - due interventi di tumore renale, un intervento per tumore alla prostata e un intervento di uroginecologia della durata di circa un’ora e mezza ciascuno». Il pubblico all’auditorium potrà anche interagire con il dottor Amenta e il proprio staff grazie ad un apposito terminale posto nella sala operatoria di Portogruaro. Fondamentali per l’attuazione dei collegamenti audio e video in sala operatoria il lavoro svolto dal personale aziendale dei sistemi informativi e dell’ingegneria clinica.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chirurgia laparoscopica in diretta: giovedì e venerdì urologia a porte aperte

VeneziaToday è in caricamento