Attualità Tronchetto

Code tra piazzale Roma e il Tronchetto, Tomaello e Costalonga: «Meglio prevenire»

Con azioni di breve e medio periodo, spiegano gli amministratori: migliorare e potenziare la segnaletica orizzontale verso i parcheggi e il ferry boat, creare un'app con le situazioni in tempo reale

Panoramica dal parcheggio del Tronchetto

«La situazione logistica che mette in difficoltà Venezia e i suoi residenti, nei fine settimana estivi, rimane un problema da affrontare con serietà. L’amministrazione ha già messo in atto un piano per migliorare la gestione degli accodamenti tra piazzale Roma e il Tronchetto, e il gruppo Lega sta studiando ulteriori misure». Lo dicono il vicesindaco di Venezia, Andrea Tomaello e l'assessore al Commercio, Sebastiano Costalonga. 

Le difficoltà, specie per i residenti e quanti arrivano a domicilio soltanto utilizzando il ferry boat per il Lido, non si placano. Per questo, secondo gli amministratori della Lega, occorre muoversi subito su due direttrici, spiegano. «Una di breve e l'altra di medio periodo. Nel breve, si potrebbe migliorare e potenziare la segnaletica orizzontale al bivio del Tronchetto, in modo da suddividere chiaramente il traffico portuale, quello turistico diretto ai parcheggi e quello residenziale diretto al ferry boat per il Lido. Nel medio periodo si dovrebbe valutare l’installazione di pannelli dinamici a messaggio variabile che, già dalle uscite autostradali, diano degli indirizzi agli utenti verso Venezia o verso i parcheggi di san Giuliano e Mestre stazione, in modo da evitare code e alleggerire la pressione logistica su piazzale Roma e Tronchetto».

Tomaello e Costalonga pensano anche ad un'app o un portale connessi in tempo reale con i parcheggi principali di Venezia e Mestre, per dare all’utente una informazione preventiva ed evitare code davanti a un parcheggio i cui posti sono già tutti occupati. «Deve essere invertito il paradigma: oggi si tenta di risolvere situazioni di emergenza in atto - afferma Costalonga - domani l’emergenza non si verificherà, perché ognuno saprà con anticipo dove poter lasciare il proprio mezzo, senza dover subire i disagi delle code». «Credo sia necessario studiare una nuova riorganizzazione del traffico in entrata a piazzale Roma, nei prossimi mesi è pensabile che molta più gente rispetto al passato decida di arrivare in macchina a Venezia e dobbiamo cercare di dare un servizio efficiente a loro ma soprattutto ai residenti», conclude Tomaello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Code tra piazzale Roma e il Tronchetto, Tomaello e Costalonga: «Meglio prevenire»

VeneziaToday è in caricamento