rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Attualità

Università di Ca' Foscari e Ateneo Veneto collaborano per l'informazione scientifica

Reciproca messa a disposizione delle sedi per realizzare incontri di approfondimento, convegni, seminari, iniziative culturali. Firma dell’accordo tra il prorettore vicario Antonio Marcomini e il presidente Gianpaolo Scarante

C'è la firma dell'accordo tra il prorettore vicario Antonio Marcomini e il presidente dell’Ateneo Veneto Gianpaolo Scarante per collaborare nei settori dell’informazione scientifica, della didattica e della ricerca con lo scopo di realizzare attività di approfondimento e diffusione della cultura. Il rapporto tra l’Università Ca’ Foscari e l’Ateneo Veneto di Venezia è molto antico: risale al gennaio del 1868, quando nelle sale dell’Ateneo l'economista Luigi Luzzatti presentò al pubblico, su proposta della Camera di Commercio, il progetto per la costituzione di una Scuola di Commercio che poi sarebbe diventata l’Università cittadina con il primo nome di regia Scuola superiore di Commercio, Ca' Foscari.

Da allora le due istituzioni non hanno mai smesso di collaborare e di intessere rapporti molto stretti: in anni recenti sono stati presidenti dell’Ateneo Veneto il rettore dell’Università Ca’ Foscari Giovanni Castellani e il prorettore Giannantonio Paladini. Tra i soci attuali dell’istituto culturale il 40% risulta laureato a Ca’ Foscari e oltre una cinquantina di essi è stata o è docente dell’ateneo veneziano. Con la firma dell’accordo siglato oggi, venerdì 10 dicembre, nella sala Tommaseo dell’istituto di campo San Fantin, Università e Ateneo Veneto intendono quindi rinsaldare ancora di più i legami che vengono da lontano e che possono continuare a vivificare il tessuto cittadino in campo culturale e scientifico.

L'Università e l’Ateneo Veneto si propongono di conseguire un più stretto collegamento tra le due realtà, attuando una collaborazione nel campo della promozione della cultura e dell’arte con azioni comuni riguardanti le attività seminariali, didattiche, istituzionali, espositive, performative, artistiche e divulgative dei due enti. Ca' Foscari e Ateneo Veneto metteranno reciprocamente a disposizione le loro sedi per realizzare incontri di approfondimento, convegni, seminari e l'Università si impegna ad avviare attività di collaborazione attraverso i propri mezzi di comunicazione, come la web radio Radio Ca’ Foscari, coinvolgendo l’Ateneo Veneto nelle proprie iniziative espositive e culturali. Oltre a questo si promuoveranno eventuali opportunità di tirocinio per studenti e laureati. Ci sarà anche un Comitato di coordinamento composto da due rappresentanti degli enti col compito di monitorare, valutare, promuovere e coordinare le iniziative di comune interesse.

«Questo accordo dà finalmente forma giuridica a un rapporto di collaborazione che nei fatti esiste da sempre», afferma il presidente dell’Ateneo Veneto, Gianpaolo Scarante -. L’obiettivo delle nostre due istituzioni è proprio quello di promuovere la ricerca scientifica, la cultura e l’arte in maniera sempre più capillare, con iniziative co-organizzate che possano raggiungere il più vasto pubblico possibile». Scarante ha anche fatto dono al protettore Marcomini della medaglia dell’Ateneo Veneto e del volume edito in occasione del bicentenario dell’istituto culturale “Ateneo Veneto 1812 – 2012. Un’istituzione per la città”. «La collaborazione aumenterà la capacità di elaborare proposte culturali e di cogliere in anticipo i cambiamenti attraverso seminari di approfondimento scientifico, iniziative e attività rivolte al pubblico con cui condividere un'idea di città aperta, internazionale, inclusiva, attenta ai temi di più stretta attualità e proiettata al futuro», conclude Marcomini.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università di Ca' Foscari e Ateneo Veneto collaborano per l'informazione scientifica

VeneziaToday è in caricamento