Attualità

La polizia commemora il questore di Fiume Giovanni Palatucci: aiutò gli ebrei

Proiettati sulla facciata della caserma Albanese, versante lagunare, i messaggi di pace scritti dai cittadini

Il questore Giovanni Palatucci, foto da web

Nel mese di febbraio, la polizia di Stato ricorda Giovanni Palatucci, ex questore di Fiume, che per salvare centinaia di ebrei dalla Shoah fu imprigionato nel campo di concentramento di Dachau dove morì di stenti il 10 febbraio 1945, all’età di 36 anni.

L’11 febbraio 2021, la questura di Venezia commemorerà, grazie al contributo del Comune attraverso la società Vela, il questore Palatucci proiettando sulla facciata della caserma Albanese (sede della questura), versante lagunare, un albero di ulivo accanto a cui scorreranno dei messaggi di pace. I cittadini potranno inviare i messaggi, a partire da oggi, domenica 7 febbraio, sulla casella di posta elettronica: urp.ve@poliziadistato.it

Saranno infatti le frasi che i cittadini invieranno a dare vita e colore all’istallazione luminosa, le più belle e significative delle quali verranno proiettate accanto all’albero. Alla base dell’ulivo saranno impresse le parole onore e disciplina. La cerimonia di commemorazione avrà inizio alle 18 con l’accensione dell’installazione luminosa alla presenza delle autorità locali, dei rappresentanti della comunità ebraica della città. Lo spettacolo luminoso proseguirà sino alle 22 e potrà essere visto da chi transiterà lungo il canale Santa Chiara nonché da chi arriverà alla stazione di Venezia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia commemora il questore di Fiume Giovanni Palatucci: aiutò gli ebrei

VeneziaToday è in caricamento