menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: l'incontro di lunedì in Confindustria Venezia

Foto: l'incontro di lunedì in Confindustria Venezia

Porto, fiscalità agevolata: «Vanno rilanciate le attività, c'è l'emendamento al Senato»

Senatore Urso: «Fare da terminal per la via della seta è conveniente, ma non se diventiamo uno scalo dove i cinesi possono scaricare merci per invadere il mercato»

L'incontro di lunedì ha riaperto i giochi sulla fiscalità agevolata al porto di Venezia per il rilancio delle attività produttive. Nella sede di Confindustria al Vega di Marghera, al tavolo con il presidente Vincenzo Marinese c'erano il presidente dell'autorità di sistema portuale del mare Adriatico settentrionale Pino Musolino, e il senatore Adolfo Urso di Fratelli d'Italia, alla presenza di operatori portuali e imprese del territorio. «C'è l'emendamento al Senato - ha spiegato Urso, come riportato dall'agenzia Dire -. Zona franca e zona economica speciale sono la strada da percorrere».

Emendamenti

«Il primo - ha spiegato il senatore Urso, secondo quanto riferito dall'agenzia Dire - modificando il decreto legge sulle zone economiche speciali (Zes) estende le agevolazioni fiscali, previste per le Zes, alle zone logistiche semplificate (Zls). Il secondo emendamento, che modifica la legge di Bilancio, prevede lo stanziamento di fondi per nuovi investimenti, anche nella zona franca di Venezia».

Via della seta

«La proposta non è stata bocciata dalla maggioranza - dice Urso -. Martedì si riunirà la commissione Bilancio del Senato e mi hanno chiesto di modificare la copertura che io provocatoriamente avevo individuato nel reddito di cittadinanza. È importante farlo nel 2019 perchè si deciderà quale sarà la fine della via della seta. Fare da terminal per la via marittima della seta è conveniente, ma non se diventiamo solo un porto dove i cinesi possono scaricare merci per invadere il mercato. Dobbiamo rilanciare le imprese produttive che si potranno avvantaggiare del corridoio per trasportare le merci sui grandi mercati. E la fiscalità agevolata concessa da zona franca e zona economica speciale, o comunque da una versione potenziata della zona logistica semplificata, potrebbe essere la strada da percorrere».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento