rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità Zelarino / Via Visinoni, 4c

Congresso Femca Cisl per il rinnovo delle cariche, il saluto di Brugnaro

La due giorni della sigla dei chimici a Zelarino dal titolo: "Esserci per cambiare, cambiare per esserci". Porto Marghera, sindaco: «Occorre parlare con Eni e con altre grandi realtà e proporre piani di investimento coinvolgendo lavoratori e sindacati»

Quarto congresso della Femca Cisl al centro Cardinal Urbani di Zelarino: in questi giorni, lunedì 29 e martedì 30 novembre, si svolgono le votazioni per eleggere la carica di sgretario provinciale della sigla dei chimici Cisl. Attualmente è in carica Giuseppe Callegaro che ha concluso il periodo del primo mandato ricevuto da Massimo Meneghetti, attualmente impegnato a Verona. Stamattina il sindaco Luigi Brugnaro ha portato il saluto della città al congresso intitolato "Esserci per cambiare, cambiare per esserci". Presenti anche il neoeletto segretario della Cisl Venezia Michele Zanocco e Stefano Zanon, segretario generale Femca Cisl Veneto.

Gli investitori

«Con la Cisl - ha detto il sindaco - abbiamo portato avanti diversi tavoli, anche per l'efficientamento della macchina amministrativa comunale. Un percorso che ha rappresentato una base di partenza per accordi che hanno interessato i tavoli ministeriali, che puntano, come noi abbiamo sempre detto, a premiare il merito. Il sindacato e i corpi intermedi - ha proseguito Brugnaro - sono essenziali per il funzionamento dello Stato. In tutti i tavoli che si aprono occorre trattare per trovare il denominatore comune che garantisca tutti. So che i vostri settori hanno vissuto e stanno vivendo una situazione non semplice. Ma il trend sembra essere in miglioramento ed è compito di chi amministra creare le condizioni per attirare eventi e investitori: questo, ad esempio, è l'obbiettivo che cerchiamo quando facciamo arrivare i grandi stilisti a Venezia, o attraverso eventi come il Salone Nautico».

La chimica

«Da troppo tempo si sente parlare di rilancio energetico, di riqualificazioni, di bonifiche - continua Brugnaro riferendosi a Porto Marghera -. Noi da anni stiamo portando avanti con insistenza il tema dell'idrogeno. Con Eni abbiamo avviato il progetto, ormai alle ultime battute, per la realizzazione del primo distributore a idrogeno fisso in Italia, che sarà realizzato a Mestre, vicino al Parco San Giuliano. Occorre parlare con Eni e con altre grandi realtà e proporre piani di investimento coinvolgendo lavoratori e sindacati, che hanno una forte responsabilità e mi auguro, tanto Cisl quanto gli altri, sappiano cogliere questa sfida. Così riusciremo, insieme, a portare nuova ricchezza sul territorio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Congresso Femca Cisl per il rinnovo delle cariche, il saluto di Brugnaro

VeneziaToday è in caricamento