menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Altre diecimila paia di scarpe contraffatte alla Croce Rossa per i più bisognosi

Grazie al nullaosta della procura, la merce è stata consegnata e sarà distribuita tra chi ne ha bisogno

Era il 20 settembre scorso quando un carico di migliaia di paia di scarpe contraffatte, frutto di un sequestro operato dall'Agenzia delle Dogane del porto di Fusina, venne consegnato alla Croce Rossa di Venezia.  Stamattina, sempre al terminal di Fusina, si è fatto il bis: diecimila le paia di scarpe sequestrate (grazie a controlli congiunti con la guardia di finanza) e ora consegnate ancora una volta alla Croce Rossa, che si occuperà di redistribuirle tra le varie associazioni caritative della regione.

Il dissequestro è stato possibile grazie al nulla osta della procura: "Dobbiamo ringraziarla per averci data la possibilità di rinnovare la collaborazione con la Croce Rossa - ha spiegato il responsabile dell'Agenzia delle Dogane Giovanni Russo - E' un giorno felice per tutti noi perché tocchiamo con mano quanto il nostro lavoro possa concretamente aiutare gli altri, non solo contrastando il commercio illegale". Alla consegna erano presenti anche l'assessore alla coesione sociale di Venezia Simone Venturini, insieme alla presidente della sezione di Venezia della Croce Rossa Francesca Battan e al tenente della Guardia di Finanza Roberto Castorina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lo show "4 Hotel" dello chef Bruno Barbieri parte da Venezia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento