Un assegno di 13mila euro per la ricerca sulla SLA consegnato a bordo della Edipo Re

Si tratta del ricavato dell’ottava "Vendemmia solidale - Festa e beneficenza nella Terra del Prosecco Superiore" dello scorso 8 settembre presso la cantina Le Manzane di San Pietro di Feletto. È stata annunciata, inoltre, l’edizione 2020 per i reparti Covid di Treviso e una nuova partnership con l’Isola Edipo a Venezia

Un assegno di 13.780 euro è stato consegnato questa mattina alla onlus Revert per la ricerca sulla SLA, grazie ad un progetto sviluppato in collaborazione con l’impresa sociale Edipo Re. E proprio Edipo Re, la storica imbarcazione che fu teatro delle straordinarie traversate di Pier Paolo Pasolini e Maria Callas, ha ospitato la consegna del ricavato dell’ottava Vendemmia solidale - Festa e beneficenza nella Terra del Prosecco Superiore dello scorso 8 settembre alla cantina Le Manzane di San Pietro di Feletto di Treviso.  

«Oggi scriviamo l’ultima pagina di questo bellissimo progetto - hanno spiegato Ernesto Balbinot e la moglie Silvana Ceschin, titolari dell’azienda Le Manzane - siamo felici di contribuire nel nostro piccolo a finanziare la ricerca sulle cellule staminali cerebrali per arginare i danni provocati dalle malattie neurodegenerative. La vendemmia solidale non si ferma e a settembre il ricavato della festa della raccolta dell’uva sarà devoluto ai reparti Covid dell’Ulss 2 Marca Trevigiana».

Il ricavato della vendemmia solidale sarà destinato a vari progetti della Rete dell'Economia Sociale Internazionale: «Il più rilevante è quello che sta portando avanti Revert per la ricerca sulle malattie neurodegenerative come la SLA e la sperimentazione direttamente sui pazienti. La donazione della vendemmia solidale rappresenta per noi un tassello importante per realizzare progetti più grandi» ha dichiarato Angelo Righetti, membro del consiglio direttivo di Revert, l’associazione onlus nata nel 2003 per finanziare, promuovere e incentivare la ricerca sulle cellule staminali cerebrali con lo scopo di trovare una cura alle malattie neurodegenerative.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sibylle Righetti, presidente di Edipo Re, ha concluso infine annunciando l’ultima novità: una partnership che porterà ogni anno la vendemmia solidale dalle colline del Prosecco Superiore di Conegliano Valdobbiadene sull’Isola Edipo a Venezia, unendo virtualmente tra loro due siti Unesco. «Il contributo che abbiamo deciso di dare come impresa sociale - ha spiegato - è di servire, a bordo dell’Edipo Re, anche il prosecco solidale, frutto della grande festa della raccolta dell’uva organizzata dalla tenuta Le Manzane, con i nostri prodotti a chilometro etico. Un’idea partita l’anno scorso quando abbiamo iniziato a veicolare il messaggio della vendemmia solidale durante il Social Food Festival, uno spazio degustazione nel cuore la Mostra del Cinema di Venezia, e che ripeteremo ogni anno sostenendo in questo modo l’iniziativa benefica».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa succede al corpo se si eliminano i carboidrati?

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Sei comuni rinnovano il sindaco e il Consiglio: i risultati

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento