La polizia locale torna a imbracciare il remo: "Controlli in sandolo in Canal Grande"

Prime prove di navigazione venerdì (ma servono due forcole nuove). Già in passato si era tentato di rinverdire una tradizione del passato. Nel mirino traffico acqueo e moto ondoso

La polizia locale torna a imbracciare il remo e a sorvegliare il Canal Grande come nei decenni che furono. E' l'iniziativa annunciata dal comandante Marco Agostini attraverso un post su Facebook pubblicato venerdì sera: "Dalle prossime ore proveremo una nuova modalità di presidio - è stato spiegato - un sandolo condotto da agenti volontari (donne e uomini) particolarmente esperti nella voga presidieranno le aree più intasate e dove è più forte il moto ondoso, riattivando una tradizione purtroppo scomparsa da qualche anno".

Volontari "bandierati"

Tra i volontari ci sarebbero anche "bandierati" in occasione delle scorse stagioni remiere, quindi gente esperta pronta a segnalare eventuali abusi o irregolarità. Inutile sottolineare come in Canal Grande il problema traffico acqueo sia costantemente sotto i riflettori, specie dopo l'incidente mortale che costò la vita al professore tedesco Joachim Vogel qualche anno fa. "Ricordo che mettere in pericolo la sicurezza di chi naviga a remi è reato - ha continuato Agostini - speriamo che tutti lo sappiano". Venerdì sono state effettuate le prime prove: il sandolo, donato in passato al Corpo di polizia locale, venerdì è stato messo in acqua per alcune prove di navigazione e si è capito che intanto serviranno due forcole nuove per garantire il servizio.

Opinioni discordanti

L'annuncio del ritorno al passato ha visto commenti discordanti: "Avevano già provato anni fa, ma poi è andato tutto nel dimenticatoio, comunque sia la buona volontà non si deve mai fermare e spero che questa volta sia la volta buona - ha dichiarato Marco Zanon, noto gondoliere sempre in prima linea per i problemi del moto ondoso - Si vede un miglioramento in bacino San Marco con i pattugliamenti e già questo è un passo in avanti". Tra chi spera in controlli soprattutto in rio Novo, zona alle prese con problemi di intasamenti e inquinamento, e chi sottolinea come questi vigili "non devono solo fare cinema a Rialto", resta solo da capire quando il sandolo entrerà effettivamente in servizio. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un bambino sparito dopo scuola è stato ritrovato dopo ore di ricerche

  • Due casi di overdose in poche ore a Mestre, morto un 24enne

  • Tour fotografico nella ex Sirma, fabbrica abbandonata a Porto Marghera

  • Il Comune di Venezia si prepara alla possibile neve di domani

  • Trovato il corpo senza vita di Paolo Tramontini

  • Il sindaco Brugnaro risponde alle polemiche di Celentano: «L'ho invitato qui»

Torna su
VeneziaToday è in caricamento