Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità Jesolo

Confcommercio e Ulss 4 insieme: controlli nei ristoranti per la sicurezza alimentare

Un progetto pilota che prevede l'ispezione in alcuni locali per valutare la rintracciabilità dei prodotti della pesca, le modalità di conservazione e l'igiene

Sperimentare un modello di collaborazione tra i servizi dell’Uss4, deputati al controllo delle imprese alimentari e di ristorazione, per assicurare qualità e sicurezza ai clienti. Questo l’obiettivo del progetto pilota che l’Ulss4 ha intenzione di avviare per l’estate, attraverso il potenziamento estivo delle attività di assistenza sanitaria ai turisti. Inserito nel programma “Vacanze in salute”, il progetto è stato comunicato a Confcommercio, con cui ci sarà una collaborazione, perché «la salute e la sicurezza dei nostri ospiti rappresentano una priorità per tutti noi», ha sottolineato il presidente di Confcommercio San Donà-Jesolo, Angelo Faloppa.

Controlli nei ristoranti che servono pesce

L’iniziativa parte da una constatazione. I ristoranti delle località balneari offrono di norma pietanze a base di pesce e l’offerta di preparazioni con pesce crudo sta diffondendosi, con il conseguente incremento di rischio riguardo le tossinfezioni alimentari. Inoltre, il personale addetto alla cucina e alla sala, che per la stagione estiva viene reclutato appositamente e spesso proviene dall’estero, necessita di formazione specifica. Il progetto pilota che le Unità Operative SIAN (Igiene degli alimenti e nutrizione) e SIAOA (Igiene degli alimenti di origine animale) intendono avviare prevede, dunque, il controllo congiunto di una ventina di ristoranti della costa, secondo una check list definita, che valuti in particolare la rintracciabilità dei prodotti della pesca, le modalità di conservazione, l’igiene dei locali e le conoscenze delle norme igieniche di base da parte del personale. Nel caso si evidenzino carenze di conoscenza, comprensione o applicazione delle norme igieniche di base, gli operatori si proporranno per un breve incontro con il personale addetto, fornendo al contempo materiale didattico informativo. «Siamo sempre pronti a collaborare con le varie istituzioni – conclude Faloppa – perché riteniamo che questo sia il modo migliore per lavorare per il bene dei fruitori dei servizi e di chi questi servizi li fornisce».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confcommercio e Ulss 4 insieme: controlli nei ristoranti per la sicurezza alimentare
VeneziaToday è in caricamento