Coronavirus, imprese: slittano al 30 giugno gli adempimenti ambientali sui rifiuti

L’Ufficio Unico Ambiente della Camere di commercio del Veneto illustra le misure previste dal decreto Cura Italia

In ottemperanza con quanto previsto nell’art. 113 del Decreto “Cura Italia” approvato lo scorso 17 marzo dal Consiglio dei Ministri, l’Ufficio Unico Ambiente attraverso la Camera di Commercio di Venezia Rovigo comunica che la scadenza degli adempimenti e dei pagamenti per le imprese che operano nel settore dei rifiuti, slitta dal 30 aprile al 30 giugno 2020.

Proroga

Nell'ordine gli adempimenti interessati dalla proroga sono: il versamento del diritto annuale d’iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali e la presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale (Mud), ovvero la comunicazione che enti e imprese presentano ogni anno, indicando quanti e quali rifiuti hanno prodotto e/o gestito durante il corso dell'anno precedente. Slitta al 30 giugno anche la comunicazione alle Camere di Commercio da parte dei produttori dei dati relativi alle pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente; viene prorogata la trasmissione all'ISPRA da parte del Centro di coordinamento dei dati relativi alla raccolta e al riciclaggio dei rifiuti di pile ed accumulatori portatili, industriali e per veicoli.

Scadenze

Passano dal 30 aprile al 30 giugno inoltre: la comunicazione da parte dei titolari degli impianti di trattamento dei RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) in merito alle quantità di RAEE trattate e la comunicazione delle quantità di AEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche) immesse nel mercato da parte dei produttori. Lo slittamento va incontro innanzitutto alle imprese, e poi anche alle associazioni di categoria e alle aziende di consulenza che operano nel settore rifiuti e sono impossibilitate ad effettuare sopralluoghi presso i clienti dichiaranti, per acquisire le informazioni che dovranno essere poi comunicate attraverso i canali telematici, con conseguente impossibilità di poter elaborare i dati. Per comunicazioni e urgenze è sempre attivo il contatto a mezzo mail con l’Albo gestori ambientali del Veneto (albo.smaltitori@dl.camcom.it)  e con l’Ufficio Unico Ambiente delle Camere di commercio del Veneto (ambiente@dl.camcom.it); l’accesso agli sportelli istituiti nella sede di Meste della Camera di Commercio di Venezia Rovigo durante queste settimane di allerta sanitaria è possibile solamente su appuntamento, previa prenotazione online sul sito www.dl.camcom.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Incidente in auto nel pomeriggio: morto un 19enne di Mira, grave un suo coetaneo

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento