Scuole chiuse per Coronavirus: il “San Marco” di Mestre pronto alla didattica a distanza

alle ore 10 di lunedì 2 marzo i 450 ragazzi dell’Istituto Salesiano San Marco saranno convocati per le consuete lezioni

Dalle ore 10 di lunedì 2 marzo i 450 ragazzi dell’Istituto Salesiano San Marco saranno convocati per le consuete lezioni, anche se a distanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tecnologia al servizio

Dato l’annuncio del nuovo provvedimento che prevede la sospensione delle attività scolastiche di ogni ordine e grado fino all’8 marzo, l’Istituto della Gazzera si fa trovare pronto con l’organizzazione della didattica a distanza. «La tecnologia si dimostra a servizio della scuola – afferma il direttore del CFP CNOS FAP San Marco, il prof. Alberto Grillai – e noi da lunedì svolgeremo il normale orario scolastico; gli insegnanti saranno con i loro studenti, certo non in classe, ma sfruttando computer, cellulari o, per le classi seconde e terze, gli iPad che già da 7 anni usiamo con i ragazzi nella didattica». Rispondendo, perciò, al vero timore salesiano, ossia il rischio di rimanere con le mani in mano e lasciare così i ragazzi nell’ozio, il San Marco si organizza affinché i propri allievi non perdano una settimana di scuola. Le attività saranno gestite tramite applicazioni di Google come “Classroom” e “Meet” che permettono di raccogliere materiali e indicazioni da fornire agli studenti accompagnandoli con brevi spiegazioni video da parte dell’insegnante, che poi potrà verificare contestualmente lo svolgimento degli esercizi assegnati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Crescono i casi di coronavirus, i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coppia di turisti aggredita e picchiata da una baby gang a Campo Santa Margherita

  • Vishing, la truffa che "svuota" il conto corrente: tre denunce

  • Un festival del cicchetto a Mestre: «Tradizione gastronomica, offerta turistica di qualità»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento