rotate-mobile
Attualità

Nuovi corsi per arbitri a Mestre e Venezia: «Un'occasione di crescita per i giovani»

Un percorso che unisce l'attività sportiva ad una possibilità di carriera. I corsi sono rivolti ad aspiranti arbitri dai 14 ai 40 anni

Essere arbitro di calcio: un'esperienza educativa, che fortifica il carattere e la personalità, ed insieme un'attività sportiva impegativa. Due nuovi corsi, promossi dall'associazione nazionale arbitri, sono ora in partenza a Venezia e Mestre, rivolti a giovani dai 14 ai 40 anni. Un'occasione importante, come spiegato dal consigliere (e arbitro) Francesco Zingarlini: «È un percorso che insegna dei valori come la maturità e il senso di responsabilità, con aggiornamenti continui sui regolamenti: una bella scuola di vita. Dalle nostre sezioni di Venezia e Mestre - continua - si sono formati arbitri di grande spessore, come Angonese, Casarin, Rigato, Scarpi, Preschern: la nostra è una storia importante».

Novità di quest'anno è la possibilità, data ai giovani tra i 14 e i 17 anni, di poter avere il doppio tesseramento arbitro e giocatore, permettendo così loro di decidere poi con calma quale delle due strade sportive intraprendere. Il corso di Venezia prenderà il via, nelle aule dell'Autorità portuale, a Santa Marta, il 28 ottobre, con 8 lezioni; quello di Mestre parte invece il 4 novembre e prevede 15 lezioni, in parte in presenza presso la sede della Figc regionale in via della Pila a Marghera, in parte via web.

Le iniziative sono state presentate stamattina in un incontro al municipio di Mestre a cui hanno partecipato anche i presidenti delle sezioni A.I.A. di Mestre, Giovanni Sirtori, e di Venezia, Michele Gottardi. «È un'occasione da non perdere - ha sottolineato il vicesindaco Andrea Tomaello - specie per i giovani che, oltre a svolgere un'attività fisica, con tanto di allenamenti settimanali promossi dall'A.I.A., avranno la possibilità di accedere gratuitamente a tutti gli stadi d'Italia, compresi quelli di serie A, e di godere di un rimborso spese, che per molti sarà la prima fonte di guadagno della propria vita». A conclusione della presentazione, Tomaello e Zingarlini hanno ricevuto delle divise da arbitro, mentre la presidente del Consiglio comunale Ermelinda Damiano dei cartellini gialli e rossi: da utilizzare, eventualmente, nel corso dei prossimi Consigli comunali.

Per informazioni:

  • corso di Venezia: www.aiavenezia.it o cell. 3458002135
  • corso di Mestre: www.aiamestre.it mestre@aia-figc.it cell. 3888070454
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi corsi per arbitri a Mestre e Venezia: «Un'occasione di crescita per i giovani»

VeneziaToday è in caricamento