Al Civile un corso sull'ecografia vascolare: "Nuovo contributo allo studio delle patologie"

Si terrà dal 5 al 7 luglio nella sala degli Angeli, presenti i più grandi esperti e specialisti del settore. Saranno previste teoriche e parti di applicazione pratica

Un evento di ampio respiro scientifico. È quello organizzato dall'ospedale Civile di Venezia negli spazi recentemente ristrutturati e dedicati alla cultura medica nei giorni 5, 6 e 7 luglio: uno dei principali appuntamenti per gli specialisti che intendono aggiornarsi con le più recenti pratiche di ecografia vascolare. "Ospiteremo nella sala degli Angeli - spiega Roberto Parisi, del dipartimento di Medicina del Civile - un centinaio di specialisti iscritti, per un corso teorico-pratico incentrato quest’anno sull’esecuzione dell’eco color doppler vascolare, sulla conseguente interpretazione dei dati morfologici ed emodinamici forniti dall’esame, e infine sulla compilazione di un referto corretto".

Teoria e pratica

Durante le varie sessioni di lavoro si alterneranno lezioni in aula sugli aspetti clinici ed applicativi degli esami eco color doppler e sessioni pratiche con esami eseguiti in diretta proiettati in aula. Saranno a disposizione degli iscritti attrezzature di ultima generazione. "La parte pratica - sottolinea Parisi - è la parte centrale di questo corso: riguarderà il settaggio dell’apparecchiatura, il posizionamento della sonda, la scelta del piano di scansione, l’acquisizione delle informazioni ecografiche, del doppler pulsato e della mappa a colori del flusso, l’eventuale valutazione della percentuale di stenosi. A conclusione della seduta, si compileranno i referti tipo per le varie patologie". La parte teorica è poi dedicata alle patologie vascolari nell’intento di uniformarne la gestione, alla luce delle linee guida più recenti ed anche delle criticità che le linee guida possono manifestare nella pratica clinica.

Focus sulle patologie vascolari

L'ospedale Civile dà, anche attraverso questo corso, un nuovo contributo allo studio e alla cura delle patologie vascolari. "Si tratta di patologie - continua Parisi - in costante aumento, in particolare con l’avanzamento dell’età e a causa dell’esposizione ai principali fattori di rischio cardiovascolare: fumo, ipertensione, dislipidemia e diabete. E si tratta di patologie che è importante riconoscere per tempo, proprio attraverso gli esami strumentali: la patologia arteriosa periferica comporta un rischio aumentato di quattro volte di morire per malattie cardiovascolari; quanto alle patologie venose, anche queste comportano un impatto sociale improntante: causano 780mila morti in Europa e negli USA ogni anno, e in Italia si verificano ogni anno 150-200 nuovi eventi per 100mila abitanti  e 70-100 ricoveri per embolia polmonare".

Il comitato

Il comitato organizzatore è costituito da un gruppo di medici professionisti che lavorano in aziende sanitarie e nelle università di varie città italiane. Svolgono il ruolo di docenti e tutor alcuni tra i maggiori esperti italiani nel settore, sia di formazione medica che chirurgica, oltre a Primari e docenti universitari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Visite ad amici o parenti in casa: le regole per il Veneto da sabato

  • Cav: due anni di canone Telepass gratuito per i residenti di Venezia, Treviso e Padova

  • Chiude la Coop alla Nave de Vero. Al suo posto potrebbe arrivare Primark

  • Col nuovo Dpcm, dal 16 gennaio il Veneto rimarrà (quasi sicuramente) in area arancione

  • Bozza del nuovo Dpcm: stretta sui bar, punto su visite e scuola

  • Oroscopo Paolo Fox oggi 10 gennaio 2021, le previsioni segno per segno

Torna su
VeneziaToday è in caricamento