menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, contagi in calo: chiude la terapia intensiva di Jesolo

Bramezza: «Mantenere alta l’attenzione e continuare a rispettare le regole»

Da lunedì 1 febbraio l'attività del reparto di terapia intensiva del Covid Hospital di Jesolo viene sospesa, in quanto la buona evoluzione del quadro epidemiologico continua a tracciare un trend dei contagi in diminuzione, che ha permesso un progressivo svuotamento del reparto. Questa chiusura segue quella delle due sezioni di malattie infettive “Covid 4” e “Covid 3B”, chiuse rispettivamente il 20 dicembre e il 30 gennaio scorsi.

«La raccomandazione che mi sento di fare in questo momento a tutti è di mantenere alta l’attenzione, di evitare gli assembramenti e di rispettare scrupolosamente le norme igienico sanitarie – dice il Commissario dell'Ulss Veneto Orientale, Carlo Bramezza -. Il comportamento di tutti noi cittadini diventa fondamentale per impedire un nuovo innalzamento della curva dei contagi. Non si deve assolutamente abbassare la guardia al fine di evitare la circolazione del virus. Solo così si potrà tornare gradualmente alla normalità«. Il reparto di terapia intensiva del Covid Hospital di Jesolo dispone di 16 posti letto, più 4 posti di semintensiva, attualmente non impegnati e che quindi sono stati “congelati” e messi in stand by, essendo riattivabili in qualsiasi momento nell'arco di massimo 12 ore. Dalla riapertura del reparto, avvenuta il 4 novembre scorso, sono stati ricoverati 82 pazienti, di cui 58 sono stati dimessi e trasferiti in altri reparti; nella semi intensiva, attivata il 14 novembre, sono stati ricoverati 52 pazienti. Quest'ultima sezione, attivata solo durante la seconda ondata epidemica, è stata utile nel gestire sia i pazienti critici senza doverli trasferire in terapia intensiva che quelli provenienti dalla terapia intensiva stessa, prima di trasferirli nei reparti di malattie infettive.

L'altra importante novità riguarda l'ambulatorio tamponi di San Donà di Piave che dall’attività nelle 24 ore passa all’orario 7-20, sette giorni su sette; al Covid Point di Portogruaro l'orario resta invariato, con attività svolta nei sette giorni dalle 7 alle 19. Il Covid Point di Jesolo infine ritorna all'orario iniziale, ossia all'attività svolta tutti i giorni dalle 7 alle 13..30.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento