Cuore Amico raddoppia: 12mila euro per l’ambulatorio Trattamento Tabagismo di Chioggia

Il nuovo contributo permetterà di aumentare le ore di lavoro della psicologa che, insieme ad una équipe multiprofessionale, è dedicata al servizio clodiense attivato circa cinque anni fa per contrastare la dipendenza da fumo di sigaretta

L’associazione Cuore Amico di Chioggia raddoppia la sua solidarietà e investe, per l’ambulatorio Trattamento del Tabagismo, ben 12mila euro quale contributo per il lavoro della psicologa. Si ricorda che sono anni che l’associazione collabora in convenzione con la Cardiologia dell’ospedale di Chioggia della Ulss 3, diretta dal dottor Roberto Valle, a cui aveva donato precedentemente 6mila euro, sempre per la medesima attività: il nuovo contributo, addirittura raddoppiato, permetterà di aumentare le ore di lavoro della psicologa che, insieme ad una équipe multiprofessionale, è dedicata al servizio clodiense attivato circa cinque anni fa per contrastare la dipendenza da fumo di sigaretta.

Cooperazione

«Siamo sempre orgogliosi di cooperare con la Ulss 3 - ha dichiarato Renzo Morato, presidente di Cuore Amico onlus Chioggia - Laddove possiamo dare un contributo e fare la nostra parte per il bene della collettività, ci impegniamo senza se e senza ma, soddisfatti poi dei risultati che condividiamo con l’Azienda sanitaria. Un grande grazie va alla associazione Cuore Amico di Chioggia – ha aggiunto il Direttore Generale della Ulss 3 Giuseppe Dal Ben – che ci è sempre a fianco, condividendo pienamente con noi molte progettualità pensate di volta in volta per questa Città. Sempre in sinergia coi nostri sanitari». 

L'ambulatorio

L’ambulatorio Trattamento Tabagismo, diretto dal medico cardiologo Luca Oselladore, in collaborazione con il Dipartimento di Prevenzione e delle Dipendenze della Ulss 3, è un Servizio specialistico che offre informazioni, consulenze e interventi medici, psicologici ed educativi per coloro i quali desiderino o debbano smettere di fumare. Pertanto, non è rivolto solo a persone con problemi cardiovascolari, ma a tutti i fumatori e le fumatrici della popolazione generale e al personale socio-sanitario ospedaliero e territoriale del Distretto di Chioggia della Ulss 3. L’Ambulatorio si trova al piano terra dell’Ospedale, inserito nel polo cardiologico, e vi si accede prenotando al numero 041.5534152. L’ambulatorio Trattamento Tabagismo è inserito nella rete di ambulatori veneti coordinati dal Programma Regionale Trattamento Tabagismo, facente parte del Piano Regionale Prevenzione. Tramite l’appartenenza alla suddetta rete veneta, l’Ambulatorio ha la possibilità di usufruire gratuitamente di materiali personalizzabili per promuovere le proprie attività, comparire nell’elenco degli Ambulatori veneti all’interno del Sito dedicato www.smettintempo.it e della Pagina Facebook collegata, partecipare ad eventi formativi dedicati al personale socio-sanitario che si occupa di tabagismo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dati

Lo studio PASSI (2016) sul consumo di fumo da tabacco riferisce che, nel territorio veneto, il 22% degli adulti tra i 18 e 69 anni fuma sigarette. Il 22% è invece ex fumatore e il 56% non ha mai fumato. L’abitudine al fumo è più diffuso negli uomini che nelle donne (rispettivamente 26% e 18%) e tra i più giovani, in particolare tra i 25-34enni e si riduce con l’età. Il consumo medio giornaliero di sigarette è di circa 10 e il 15% dei fumatori è un forte fumatore: consuma più di un pacchetto di sigarette al giorno.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vittoria di Brugnaro, sarà sindaco di Venezia per altri cinque anni

  • Elezioni 2020: Zaia storico sfiora il 77%, la sua civica al 44,63%

  • Ponte dei Assassini: il luogo che ha impedito ai veneziani di portare la barba lunga

  • Una soluzione "chiavi in mano" per ricostruire casa con il superbonus 110%

  • La storia del macellaio assassino che ha dato il nome alla Riva de Biasio

  • Colpo grosso a Mestre: il Gratta e Vinci vale 150mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento