Classifica della salute: Venezia è 36ª in Italia, male i dati su pediatri e medici di base

Vanno meglio Belluno, Verona e Vicenza. Lo studio del Sole 24 ore analizza l'incidenza delle malattie, il consumo di farmaci, l’accesso alle cure e la disponibilità di personale specializzato

Mestre (archivio)

I cittadini "più in salute" sono a Bolzano, Pescara e Nuoro. Venezia si trova molto più in basso nella classifica, al 36° posto. È ciò che emerge da una indagine del Sole 24 Ore, che ha redatto una lista sulla base di 12 indicatori diversi. Nella top ten l'unica veneta è Belluno, in ottava posizione (Verona è al 12° posto, Vicenza al 18°, Padova al 76°, Treviso 92°, Rovigo 106°). Il Veneto complessivamente è al quarto posto dietro Trentino-Alto Adige, Sardegna e Lombardia.

Pochi medici di base e pediatri

L'area veneziana soffre in particolare sul piano della disponibilità di pediatri, con un valore di poco più di 1,5 ogni mille abitanti di età tra 0 e 15 anni: questo dato colloca la laguna in 93^ posizione tra le 107 città italiane prese in considerazione. Male anche la disponibilità di professionisti di medicina generale: 86^ posizione con un valore di 0,81 ogni mille abitanti. Il dato migliore è quello sul consumo di farmaci per asma e bpco, dove Venezia si colloca al sesto posto con un valore di 4,7 nelle unità minime pro-capite consumate.

Come funziona la classifica

Per stilare la classifica sono state prese in considerazione, tra le altre cose, l'incidenza delle malattie sul territorio, la possibilità di curarle attraverso i farmaci, l’accesso alle cure e la disponibilità di personale specializzato. Il punteggio è il risultato delle medie ottenute nei 12 indicatori presi in esame che fotografano tre aspetti fondamentali del benessere della popolazione: performance demografiche registrate negli ultimi anni (ad esempio l'incremento della speranza di vita alla nascita), fenomeni socio-sanitari (come la mortalità annua per tumore e per infarto e il consumo di farmaci per asma, diabete e ipertensione) e le capacità dei servizi sanitari territoriali (dall'emigrazione ospedaliera alla disponibilità di posti letto e di medici, pediatri e geriatri in rapporto alla popolazione).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indice per la prima volta quest'anno verrà utilizzato nella Qualità della vita 2019, la classifica che storicamente viene pubblicata a fine anno e che misura i livelli di benessere del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: la mascherina non sarà più sempre obbligatoria

  • «Ha fotografato le mie bimbe in vaporetto»: nel telefono la polizia trova decine di foto di minori

  • Bacaro chiuso 5 giorni per violazione delle norme anti-Covid

  • Coda verso Venezia al mattino. Pressione sui mezzi nel corso della giornata

  • Ecco i divieti che resteranno in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Incendio ad un'azienda agricola in Riviera

Torna su
VeneziaToday è in caricamento