Appello per la cultura: Diego Fusaro a Stra chiede di valorizzare Venezia

Il filosofo è intervenuto durante un incontro in villa Foscarini. In queste ore il collettivo "Mi riconosci" dei beni culturali ha lanciato delle proposte su misura ai candidati regionali

Fusaro a Stra

Nonostante la cultura produca il 5% del PIL del Veneto e il 6% degli occupati, l’argomento resta uno dei meno prioritari della campagna elettorale, lasciando ancora una volta il mondo dei beni e delle attività culturali in assenza di soluzioni e proposte concrete per un settore da sempre in difficoltà. 

Fusaro e la cultura

Un argomento caro anche ad un filosofo come Diego Fusaro, ospite dell'evento "Identità e futuro" a Stra insieme a personaggi quali l'economista Mauro Scardovelli, il prof. Ivano Spano e il costituzionalista Daniele Trabucco. Fusaro, già volto di Vox Italia, ha insistito sull'importanza di una rinascita della città Venezia: «Il Veneto è un serbatoio e un giacimento incredibile di cultura: penso al Rinascimento, alla grande civiltà veneta. Questo è un luogo ideale per una grande rinascenza della cultura. Non è vero che non si vive di solo cultura: nel caso di Venezia il paradosso diventa possibile. Diventa fondamentale per una città come questa puntare sull'arte perchè di essa può vivere. Cosa consiglierei al prossimo sindaco? A Venezia manca la capacità di valorizzare appieno il suo patrimonio: puntiamo su questo e ci sarà un immediato riscontro anche nel turismo, nel lavoro, nel commercio».

Le poposte

Non si sono messi d'accordo con il filosofo eppure in queste ore anche un altro gruppo ragiona sulla stessa lunghezza d'onda. Arriva infatti nel pomeriggio la proposta del collettivo "Mi Riconosci? Sono un professionista dei beni culturali" che ha deciso di inviare un appello ai candidati alla presidenza della Regione Veneto. Nell'appello la richiesta di un Assessorato dedicato esclusivamente alla Cultura, l’istituzione di un Fondo Regionale dedicato e infine la proposta di redigere una Carta Regionale della Cultura, volta a tutelare le condizioni di lavoro dei professionisti e a limitare esternalizzazioni e abuso del volontariato, coinvolgendo attivamente la regione nella lotta allo sfruttamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova ordinanza in Veneto: novità per le attività commerciali e limitazioni in vigore

  • Venezia fa il pieno di stelle Michelin, 8 i ristoranti premiati

  • Perché conviene stendere il bucato all'aperto anche in inverno

  • Domani nuova ordinanza in Veneto, Zaia: «Misure per garantire la salute pubblica»

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri in Veneto e provincia di Venezia

  • Addio ad Andrea Michielan, morto a 21 anni

Torna su
VeneziaToday è in caricamento