menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A un anno dal blocco, discoteche e locali da ballo al collasso

Polato: «Locali sull'orlo del baratro». Un evento per sensibilizzare sulle difficoltà del comparto

Un anno di blocco totale per il mondo dei locali da ballo, a parte una breve parentesi estiva, e delle 2.800 imprese che a livello nazionale rappresentano un comparto fondamentale per l’attrattività turistica del Paese: il 30% ha già chiuso definitivamente i battenti mentre nella città metropolitana di Venezia e in provincia di Rovigo sono una ventina le realtà del settore travolte dal perdurare della crisi, con circa 350 addetti, senza contare l’indotto. «Stiamo scomparendo nel silenzio generale - lancia l’allarme Franco Polato, Presidente di Silb Confcommercio Unione Metropolitana di Venezia – Su un giro d’affari annuo nazionale di circa 1,8 miliardi sono andati in fumo 1 miliardo e mezzo, ben più dell’80% del totale. E anche qui nel nostro territorio la situazione è drammatica. I locali sono sull’orlo di un baratro: per molti di noi si tratta di decidere in questi giorni se chiudere per sempre o resistere. I ristori che sono stati destinati al nostro comparto sono irrisori rispetto alle perdite».

La preoccupazione, oltre che per il lavoro, è anche sul fronte dell’offerta di un intrattenimento sano e controllato: «Abbiamo già assistito in questi mesi – continua Polato – alle conseguenze negative delle restrizioni, con giovani che invadono i centri storici senza alcuna possibilità di controllo sugli assembramenti. Il ruolo dei nostri locali va ben oltre l’intrattenimento. Abbiamo una funzione sociale e di aggregazione sana che se viene a mancare rischia di aprire la strada ad alternative che sfuggono al controllo. Chiediamo di essere riconosciuti per il nostro valore e di essere aiutati a sopravvivere».

Per accendere un faro sul dramma di questo comparto economico lunedi 22 febbraio dalle ore 14 è in programma l'evento  multimediale Musicafutura, in concomitanza con la ricorrenza di un anno di stop delle attività di intrattenimento, che si terrà presso il Teatro accademico di Castelfranco Veneto, in collegamento con location nazionali e con un palinsesto strutturato di eventi in streaming di rappresentanti nazionali della scena musicale, associativa e imprenditoriale (sito web: https://bit.ly/3q9aOg0).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'agriturismo di Jesolo in cui sono allevati 200 struzzi

Attualità

La Casa dei Tre Oci va al gruppo Berggruen Institute

Attualità

Caldo anomalo, temperature record per febbraio

Ultime di Oggi
  • Attualità

    L'assist del comandante: «Sì alle uscite nel rispetto delle regole»

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Perché San Valentino è la festa degli innamorati?

Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento