Attualità

Due nuovi strumenti a casa dei pazienti positivi isolati per misurare i parametri e trasmetterli al medico

Grazie a due nuovi strumenti, i medici potranno misurare a domicilio i parametri dei pazienti e inviarli direttamente

Le antenne della telemedicina dell'Ulss 3 Serenissima entrano nelle case dei pazienti Covid-19 isolati a domicilio: Due particolari strumenti, piccoli gioiellini della telemedicina,  sono stati acquistati e sono stati consegnati alle squadre dei medici USCA. Servono a rilevare i parametri essenziali dei pazienti, dalla pressione alla saturazione, dall'elettrocardiogramma di base alla temperatura corporea, direttamente al loro domicilio; i due devices poi trasmettono in modo immediato i dati raccolti nel database della telemedicina dell'Ulss 3. I parametri rilevati saranno immediatamente a disposizione sia dei medici USCA che valutano i pazienti positivi a domicilio, sia del medico di medicina generale di questi pazienti, che continua ad essere il loro primo riferimento.

I medici USCA, poi, potranno anche lasciare le due strumentazioni a domicilio dei pazienti: «In quelle case in cui i pazienti isolati - spiega il direttore generale Giuseppe Dal Ben - siano sintomatici e siano in grado di utilizzarle, i medici lasceranno le due piccole strumentazioni per il proseguo dell'isolamento. Saranno così i pazienti stessi ad utilizzarli, permettendo ai devices di fare da collegamento istantaneo con gli USCA e con il medico di famiglia». I due devices sono in grado non solo di rilevare e trasmettere i dati raccolti ma anche, tramite la piattaforma di telemedicina dell'azienda sanitaria, di segnalare con un alert l'eventuale rilevazione di dati anomali o preoccupanti.

Un'ottantina di strumenti disponibili

Dei due devices, l'Ulss 3 Serenissima ha messo a disposizione dei medici USCA un'ottantina di esemplari: Sono riservati a pazienti che rispondono ad alcune particolari caratteristiche. Non è infatti necessario utilizzarli con gli asintomatici, e non potranno essere lasciati a disposizione di utenti che, per la loro età avanzata e per particolari difficoltà, non garantiscono di saperli utilizzare correttamente. A quei pazienti sintomatici ma giovani e in grado di utilizzare ad un livello maggiore le recenti acquisizioni della tecnologia digitale, viene proposto direttamente l'utilizzo di una app, quella dedicata al telemonitoraggio sviluppata sempre dalla piattaforma di telemedicina "Paginemediche", che l'Ulss 3 Serenissima ha adottato come proprio riferimento, appunto, per la medicina a distanza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due nuovi strumenti a casa dei pazienti positivi isolati per misurare i parametri e trasmetterli al medico

VeneziaToday è in caricamento