rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità Chioggia

Chioggia, firmata l'ordinanza anti botti di fine anno

Il sindaco Mauro Armelao: «L'ho firmata per tutelare la sicurezza delle persone e dei nostri amici a quattro zampe»

«Quest’anno ho deciso di vietare completamente i veri botti di capodanno, lasciando l’utilizzo alle sole fontane e simili, che sono anche belle da vedere ma non fanno alcun tipo di scoppio». Il sindaco di Chioggia, Mauro Armelao, annuncia così di aver firmato un'ordinanza che sancisce il divieto di utilizzo di botti in occasione delle feste di fine anno. 

Come si legge nell'ordinanza, «dal 19 dicembre all'8 gennaio è vietato su tutto il territorio comunale l'uso di articoli pirotecnici ad effetto scoppio e l'uso di articoli pirotecnici di qualsiasi categoria, specie e tipo in prossimità di: cassonetti di raccolta rifiuti, aree di deposito rifiuti, in presenza di sostanze e depositi di materiale infiammabile, sterpaglie e depositi di legname». Per i trasgressori sono pronte multe da che vanno da 25 a 500 euro. 

«Oltre al fatto che sono pericolosi per le persone, ho pensato ai nostri amici a quattro zampe che in tanti casi “muoiono” dalla paura, a volte scappano dalle case per cercare rifugio provocando anche incidenti stradali - aggiunge Armelao -. Ora la polizia locale e le forze di polizia avranno uno strumento per sanzionare chi trasgredisce. Invece, abbiamo pensato di lanciare uno spettacolo di fuochi d’artificio sparati dalla battigia, fronte Astoria, così da far divertire tutti e in sicurezza, visto che le case distano molti metri di distanza. Oltre alla festa, i nostri giovani possono restare in città. Chioggia deve essere attrattiva tutto l’anno». Il 31 dicembre, dopo la musica dal vivo in Piazza Italia a Sottomarina, partirà il conto alla rovescia, arricchito da spara coriandoli e spettacolo laser. A mezzanotte è previsto lo spettacolo pirotecnico dalla spiaggia di Sottomarina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chioggia, firmata l'ordinanza anti botti di fine anno

VeneziaToday è in caricamento