Due milioni per la manutenzione dei pontili

In città storica e nelle isole sono previsti interventi ai pali d'ormeggio, agli approdi, ai pontoni galleggianti, agli impianti, alle opere di segnalazione e la sperimentazione di materiali alternativi

Pontile, archivio

Tre delibere della giunta comunale mettono in campo oltre 2 milioni per realizzare lavori ai pontili di Venezia e delle isole. Decentomila mila euro servono per lo spostamento e la manutenzione del pontile galleggiante dei taxi di fronte alla stazione ferroviaria di Santa Lucia, con relativa infissione di nuovi pali di ormeggio, per il rifacimento del pontile taxi Londra Monumento in riva degli Schiavoni, e per l’infissione di nuovi pali di ormeggio al pontile taxi del Casinò di Venezia a Ca’ Vendramin.

Pali d'ormeggio, impianti

La seconda delibera, per un investimento di 1 milione di euro, riguarda invece l’approvazione del progetto definitivo e di fattibilità tecnica ed economica per pali d'ormeggio, approdi, pontili, pontoni galleggianti, dotazione impiantistica, opere di segnalazione, stazioni di controllo, di sorveglianza e presidio, pronto intervento e interventi di sperimentazione di materiali alternativi. «Anche in questo caso - dice l'assessore Francesca Zaccariotto - andremo a dare una risposta a tanti interventi di manutenzione che sono indispensabili per garantire ai cittadini di vivere in una città accogliente ma anche sicura».

Pontili

Si interverrà con la ricostruzione dei pontili merci in campo San Piero di Castello, in campo San Marcuola, in calle del Tragheto de la Madoneta, di quelli Veritas-merci in calle del Tragheto de la Madoneta, campiello dei Meloni, e di quello nel sottoportego Minelli. Si procederà poi con la demolizione del pontile trasbagagli e la ricostruzione di due nuovi pontili merci al ponte degli Scalzi, la ricostruzione del pontile movimentazione merci a Sant’Erasmo località punta Vela in canale Passaora, la manutenzione ordinaria del pontile allo stadio Penzo Sant’Elena, il rifacimento del pontile galleggiante in fondamenta dei Riformati Rio Sant’Alvise, la manutenzione dell’impalcato del pontile al Molo con la sostituzione dei pali di ormeggio, il rifacimento del pontile merci Veritas tra rio della Maddalena e canal Grande e la ricostruzione di altri sei pontili: quello in fondamenta del traghetto San Maurizio Dose da Ponte con infissione dei pali di ormeggio mancanti, quello in fondamenta della Croce, quello in rio del Ghetto, quello in rio terà del barba Frutarol, quello in campo san Marcuola (ex stazione taxi) e, infine, quello della piscina San Moisè.

Actv

La terza delibera riguarda la realizzazione del nuovo pontile Actv a San Zaccaria Danieli a San Marco, danneggiato dagli eventi meteorologici che hanno interessato la laguna di Venezia a decorrere dal 12 novembre 2019. All’interno del piano emergenziale redatto dal commissario e approvato dalla protezione civile nazionale è stato finanziato un primo intervento di demolizione e messa in sicurezza del pontile, ma vista l’urgenza per Avm di provvedere alla costruzione del nuovo pontile la giunta ha deciso di concedere alla società il titolo abilitato per l’esecuzione dell’opera infrastrutturale per un investimento pari a 891.742,99 euro a totale carico della società stessa.

IMG_20200910_194415_498-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino di oggi: i numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Malore fatale, commerciante muore a 37 anni

  • Schianto sulla strada: morto un ragazzo di 18 anni a Veternigo

  • Coronavirus, bollettino di oggi: numeri di Veneto e provincia di Venezia

  • Coronavirus, il bollettino di stasera per Veneto e provincia di Venezia

  • Per Zaia il problema non sono ristoranti e palestre: «Bisognava puntare su assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeneziaToday è in caricamento