menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una foto della conferenza

Una foto della conferenza

Più di 3 milioni e mezzo di passeggeri hanno volato da e per Venezia con easyJet nel 2019

I dati relativi all'ultimo anno finanziario sono stati presentati questa mattina al 9 Bistrot di Mestre. La crescita rispetto all'anno scorso si attesta sul 10%

Quasi 3 milioni e mezzo di passeggeri trasportati da e per Venezia. Questo il dato con cui si chiude l'anno finanziario 2019 di easyJet, in crescita del 10% rispetto ai dodici mesi precedenti. Dal 1998, anno di inizio delle operazioni del vettore al Marco Polo di Tessera, sono stati oltre 23 i milioni di passeggeri che si sono serviti dei voli offerti dalla compagnia. Il rendiconto e i piani di espansione per il 2020 sono stati presentati questa mattina a Mestre, presso il 9 Bistrot, alla presenza del country manager per l'Italia Lorenzo Lagorio e dell'assessore regionale al Turismo Federico Caner.

Passeggeri in costante crescita da Venezia

Nel corso del 2019 i passeggeri in partenza dall'aeroporto di Venezia hanno potuto godere di un pacchetto di 47 destinazioni differenti, in 14 Paesi. Un ventaglio cresciuto del 32% rispetto al 2017. Il vettore è stato il più scelto, nella fattispecie, per volare da Venezia verso le destinazioni italiane, con 800mila posti venduti su 7 rotte domestiche: Napoli, Catania, Bari, Olbia, Cagliari, Brindisi e Alghero.

Nuove rotte e voli a impatto zero

In ottica di espansione, per la tagione invernale 2019/2020 sono state lanciate 4 nuove rotte: Hurghada e Marsa Alam sul Mar Rosso, Marrakech in Marocco e Aqaba-Perta in Giordania, raggiungibile solo da Tessera e Milano Malpensa. I collegamenti verso Egitto e Marocco saranno estesi anche alla stagione estiva. «Venezia rappresenta da sempre un mercato strategico per easyJet. - ha commentato Lagorio - Proprio qui è cominciata la nostra avventura italiana con un volo diretto a Londra Stansted. Dal 19 novembre scorso siamo diventati la prima grande compagnia aerea al mondo a volare a impatto zero di CO2, compensando tutte le emissioni di anidride carbonica prodotte dal carburante».

L'incontro è stata anche l'occasione per fare il punto sulla collaborazione tra easyJet, Save e la provincia di Belluno, nell'ottica di promuovere le Dolomiti. «Le Dolomiti - ha spiegato Caner - sono una meta tradizionale del turismo mondiale che negli ultimi anni si sta ancora di più affermando nelle scelte nazionali e straniere. Ma è destinata a consolidarsi sempre di più negli anni a venire, grazie alla propulsione che sarà determinata dai campionati mondiali di sci del 2021 a Cortina e le Olimpiadi invernali 2026. Da tutto il mondo, migliaia di persone raggiungeranno le località alpine atterrando in un aeroporto veneto. Abbiamo accolto con grande attenzione, quindi, la collaborazione che si è instaurata tra EasyJet, il Gruppo Save e la provincia di Belluno per una ulteriore e articolata promozione turistica delle nostre montagne. Sono stati i primi a operare in questa direzione, ora come Regione siamo aperti a ogni altra proposta di valorizzazione del nostro territorio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeneziaToday è in caricamento